Politiche di genere e diritti, Pd: “Lavoriamo per Legge quadro regionale contro discriminazioni”

di Redazione | 13 Giugno 2020 @ 11:12 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Ascolto, inizia così il nostro incontro. Sulle politiche di genere, sui diritti, sul pensiero politico di un partito popolare, di sinistra e progressista non abbiamo nessun dubbio, nessuna esitazione sull’unica direzione possibile che il nostro Paese, e con esso la nostra Regione, deve portare: avanti. Abbiamo cominciato un laboratorio che ci porterà a comporre un percorso culturale, fino ad una Legge Quadro Regionale contro le Discriminazioni per recepire la Legge Nazionale”: comincia così la nota del Dipartimento Politiche di Genere e Diritti del Partito democratico abruzzese, coordinato da Quirino Crosta e Marielisa Serone D’Alò, che ha curato l’incontro trasmesso in diretta Facebook a cui hanno partecipato tra gli altri i parlamentari del Pd Monica Cirinnà, Stefania Pezzopane e Alessandro Zan (primo firmatario della proposta di legge contro l’omo-lesbo-bi-trans-fobia e misoginia), Angelo Schillaci, professore associato di diritto pubblico comparato, Sergio Lo Giudice, già senatore del Pd e presidente onorario Arcigay, e numerosi rappresentanti delle associazioni e delle organizzazioni impegnate nella promozione dei diritti e nella battaglia contro tutte le discriminazioni.

L’incontro di ieri era incentrato in particolare sul dibattito sulla legge di cui Zan come detto è il primo firmatario, allo stesso tempo approdo e partenza per una nuova stagione di tutela dei diritti delle minoranze e di un nuovo approccio alle politiche di genere.

La nota del Dipartimento del Pd regionale prosegue: “A voi tutti e tutte arriva il ringraziamento del Pd Abruzzo per la disponibilità e l’alto livello dei contributi che avete condiviso insieme: è avvenuto ciò che Hannah Arendt soleva scrivere a proposito della politica, come dello stare al mondo per fare politica insieme con gioia, godendo della democrazia stessa. Nell’incontro a cui abbiamo partecipato è andato in onda proprio questo e da questo punto il Pd segna una linea che indica una piccola svolta, una svolta di pensiero e volontà. Iniziamo una nuova fase, chiedendo a tutti e tutte di continuare insieme un percorso comune sui diritti: inclusivo, progressista, democratico ma rigoroso”.

Il Pd ringrazia per la partecipazione e il contributo Fabio Mililllo, coordinamento Abruzzo Pride; Patrizia Passi, presidente arcigay L’Aquila, Raffaella e Caterina Diani, arcigay Teramo; Valentina Lucci, orgogliosamente mamma e portavoce di altre coppie omogenitoriali abruzzesi; Ilaria Salemme, Aied L’Aquila; Lorenzo Rotellini, MGS Abruzzo; Gaia Sorgente e Morena Ciccone, Udu L’Aquila, Domenico Capanna, Uisp – Save the Children; Daniela Senese, Casa delle Donne Marsica; Anna Tellini, Centro Antiviolenza Donatella Tellini; Miriam Del Biondo, FLC CGIL – CGIL L’AQUILA; Betty Leone, Donne TerreMutate; Sara Di Rado, Donnè Ortona; Loredana Pietroniro, Slow Food Abruzzo – Molise; Rita Maione, Legambiente Abruzzo Beni Culturali; e ancora: Presenza Femminista, Marsica LGBT, arcigay Chieti, Mazì Pescara, Jonathan – Diritti in movimento, La Formica Viola, ANPI, Libera Abruzzo, GD Abruzzo, Coordinamento Donne Democratiche Abruzzo.


Print Friendly and PDF

TAGS