Poliambulatori Ospedale L’Aquila: ecco come funzionano, ore in piedi e senza informazioni

La segnalazione di un cittadino

di Matilde Albani | 15 Settembre 2020 @ 17:22 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Ecco come funzionano i poliambulatori dell’ospedale dell’Aquila – scrive  e segnala un cittadino – quando una persona prende un appuntamento per una visita o una prestazione. Quando ci si presenta davanti ai poliambulatori  del San Salvatore si trova l’ingresso chiuso con davanti un cartello informativo, fissato con due cerotti al centro perché era troppo faticoso metterne quattro ai quattro angoli in maniera che non si arrotolasse. Tutte qui le informazioni.

Ogni tanto si affaccia un infermiere e chiama un nome, non molto comprensibile per via della mascherina. Allora, la massa dei presenti,  si precipita verso l’infermiere per chiedere informazioni sulla propria visita e si sente rispondere che bisogna aspettare l’infermiere del proprio reparto.
C’è gente che sta lì per ore ad aspettare in piedi (sui banchetti non si diede nessuno perché troppo distanti dell’infermiere che chiama), senza servizi igienici e senza rispettare il distanziamento sociale. Fra questi ci sono io,  avevo appuntamento alle 9 e vi farò sapere quando mi chiameranno.
Era così difficile mettere un tavolo fuori con un infermiere che distribuiva in numeretti distinti per reparto e numerati in ordine di prenotazione?”


Print Friendly and PDF

TAGS