Poggio Picenze: attivo il nuovo centro estivo

Iscrizioni aperte per tutta l'estate. A gestirlo, attraverso la collaborazione del Comune, è l’associazione di promozione sociale aquilana “La creatività dell’anima”

di Redazione | 28 Giugno 2022 @ 11:46 | UTILI
poggio picenze
Print Friendly and PDF

POGGIO PICENZE – È  attivo da una settimana a Poggio Picenze il centro estivo comunale “A tutto Poggio”, messo a punto attraverso la collaborazione del Comune con l’associazione di promozione sociale aquilana “La creatività dell’anima”.
 
Un progetto fortemente voluto dall’amministrazione comunale, che ha preso il via il 20 giugno scorso e che proseguirà per 10 settimane, accogliendo tutti i bambini a partire dai 3 anni di età, negli spazi dell’oratorio comunale.
 
“Quest’anno, la gestione è stata affidata alla mano sapiente e affidabile dell’associazione guidata da Sabrina Ciabini, consapevoli del fatto che a operare sarebbe stato un gruppo coeso di collaboratori qualificati e con esperienza pregressa nei settori dell’infanzia e dell’animazione – dichiara il sindaco Antonello Gialloreto -. Alcuni di loro, tra l’altro, sono residenti in paese e, avendo già operato nell’ambito del sociale, sono stati pienamente consci, sin dall’inizio, dell’ambiente in cui si sarebbero trovati a lavorare”.
 
“La creatività dell’anima” nasce infatti nel 2016 e, nel 2017, organizza un apposito campo estivo per ragazzi proprio a Poggio Picenze. Dal 2020 è inoltre iscritta al circuito regionale Aps. Benessere, ma anche divertimento, socialità, inclusività, sperimentazione e abbattimento di stereotipi e luoghi comuni sono solo alcuni degli obiettivi che l’associazionesi pone, con un occhio di riguardo per il momento storico, legato alla pandemia in cui si inserisce.
 
Non a caso, già in fase di lockdown, è riuscita a promuovere attività ludiche e di sostegno studio per minori da remoto. Al fine di sostenere le famiglie, per gli anni 2020 e 2021, ha poi realizzato diversi interventi per il potenziamento dei centri estivi diurni, dei servizi socioeducativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa destinati alle attività di bambini e bambine di età compresa fra i 5 e i 14 anni di età.
 
“Mai come negli ultimi anni i ragazzi hanno sofferto per via delle poche occasioni di socialità, soprattutto per la mancanza di interazione con i propri compagni – specifica l’assessore con delega alla scuola Paolo Marcotullio -. Ecco il perché della decisione di rivolgerci proprio all’associazione ‘La creatività dell’anima’. Una scelta che coinvolge la nostra comunità a più livelli, ai fini di potenziare il sociale, anche e soprattutto a fronte della piena disponibilità degli operatori e della loro esperienza pregressa”.
 
Colonie marine per minori, soggiorni balneari e climatici per gli anziani, weekend e uscite di turismo lento, oltre ai campi e ai centri estivi, ai laboratori occupazionali o di educazione ambientale. Queste alcune delle esperienze elencate nel curriculum dell’Aps e organizzate in passato in diversi comuni dell’Aquilano.
 
In particolare, per quanto riguarda il progetto estivo pensato per Poggio Picenze, il tema conduttore è “Il giro del mondo in 10 settimane”. Si legge nella relazione della stessa associazione che “lo scopo prioritario è incentrato nella necessità di portare il minore a conoscere quale sia la realtà del contesto socio-culturale in cui egli è inserito, tale da costruirne un senso identitario di appartenenza e partecipazione attiva all’interno del sistema comunitario”.
 
“L’estate, apparentemente un periodo di esclusivo relax e svago, diventa un’occasione importante per i ragazzi per sperimentarsi in nuove esperienze sociali-affettive, ludico-motorie e cognitive che i vari contesti aggregativi offrono – si legge ancora nel documento -. Il Grest sarà un’occasione e risorsa per la crescita, lo sviluppo e il divertimento dei bambini e dei ragazzi. L’obiettivo è di offrire un servizio dedicato ai minori nella fascia d’età tra i 3/14 anni con attività ludico-aggregative dal risvolto creativo, in modo da sollecitarne l’espressione personale, la fantasia e il coinvolgimento attivo”.
 
Non un semplice centro estivo, quindi, ma una vera e propria occasione per la crescita emotiva dei bambini, in “un contesto nel quale educatori, specificamente formati in ambito pedagogico e psicomotorio, si occuperanno di insegnare nuove autonomie e consolidare valori quali l’integrazione, l’amicizia e il rispetto. Il tutto completamente immersi nella natura”.
 
“Oltre che per la competenza certificata degli operatori, la giunta e l’amministrazione hanno deciso di affidarsi a Sabrina Ciabini anche per una questione di costi, con la conseguenza che, per quest’estate, i genitori andranno a corrispondere anche una cifra leggermente inferiore rispetto allo scorso anno- aggiunge Gialloreto -. Una buona notizia, considerando tutta la serie di aumenti con cui tutte le famiglie si sono recentemente ritrovate a fare i conti”.
 
Il centro estivo sarà attivo fino al 2 settembre, dal lunedì al venerdì, con una piccola interruzione nei giorni che vanno dal 13 al 21 agosto. Si entrerà tutti i giorni dalle 8.30, con possibilità di anticipare alle 7.30 per le famiglie che ne documentino la necessità.
 
Tra le iniziative in programma: attività di gioco libero, giochi a squadre, gite e uscite sul territorio, ma anche laboratori didattici-creativi, artistico-espressivi, teatrali o multimediali.
 
Gli operatori offriranno inoltre “un momento strutturato anche per lo svolgimento dei compiti estivi e alleggerire in questo modo il carico delle famiglie”. Nelle aree esterne alla struttura sarà anche allestito un piccolo orto dove i ragazzi potranno fare esperienza, “in un ambiente multi-sensoriale, di forme, colori, sapori, odori, suoni ed emozioni”, imparando sin dalla prima infanzia “a conoscere i cicli alimentari attraverso la preparazione, la concimazione, la semina, la coltivazione, la raccolta, il compostaggio e l’utilizzo in cucina attraverso la preparazione di cibi genuini”.
 
Il tutto, sempre tenendo conto dell’età degli iscritti e rispettando i bisogni emergenti dei singoli rispetto gruppo.
 
È proprio in quanto “servizio utile ai genitori con difficoltà di presenza”, le iscrizioni rimarranno aperte per tutto il periodo estivo.
 

Print Friendly and PDF

TAGS