Poesia, all’aquilana Alessandra Prospero premio speciale città di Fermo

di Redazione | 16 Aprile 2020, @09:04 | CULTURA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La sesta edizione del Premio letterario Città di Fermo abbraccia idealmente L’Aquila con un riconoscimento speciale a un’autrice che da anni si spende per il genere poetico.

Il Premio ha assegnato infatti il Premio Speciale Associazione culturale “Armonica-Mente “ alla poesia “Mia Signora” (alla mia città) della poetessa Alessandra Prospero.

La presidente del Premio, Nunzia Luciani, organizza da anni il Premio, con l’Associazione culturale “Armonica-Mente“, il patrocinio della Regione Marche, della Città di Fermo, dell’Arcidiocesi di Fermo, dell’Associazione culturale GueCi e della Casa Museo Arnoldo Anibaldi.

Come ogni anno la scrupolosa giuria, presieduta da Susanna Polimanti, ha valutato le opere di poesia in lingua italiana a tema libero, di poesia religiosa, i Testi per teatro in vernacolo, e le lettere aperte a tema libero–Fiaba/Leggenda di fonte popolare e tradizione orale.

Alla poetessa, giornalista ed editrice aquilana è stato assegnato il Premio per la sua poesia dedicata alla sua città, pubblicata integralmente sotto.

Mia Signora
(alla mia città)

Di enorme mongolfiera
sospesa tra le ere
hai il respiro
e di fossile calcareo
hai l’odore acre,
mentre rassetti la balza
della tua veste mattoncina
e aggiungi nuovo metallo
a un busto deputato ad abbracciare
le tue convalescenze.
Il notturno estivo ti dà chiarore:
svela il tuo dono
e le tue intime ricchezze,
baciandoti travertino.
L’abbraccio arenario
è un corale formicaio umano,
curioso e assiepato
in cerca delle tue manifeste ferite
e delle tue celate risorse.
Cercherò la tua resilienza in porfido
nel quotidiano.
Nel milllenario
ti stringerò ancora,
mia Signora.


Print Friendly and PDF

TAGS