Pnrr per i giovani, serve una valutazione d’impatto

Sono stati analizzati i progetti legati a misure Pnrr che hanno come priorità i giovani: le risorse allocate e i territori maggiormente interessati dagli interventi

di Redazione | 25 Dicembre 2023 @ 05:16 | ATTUALITA'
Pnrr per i giovani
Print Friendly and PDF

Pnrr per i giovani: “I dati sono un ottimo modo per analizzare fenomeni, raccontare storie e valutare pratiche politiche. Con numeri alla mano facciamo proprio questo, per i giovani, serve una valutazione d’impatto” (fonte Openpolis).

Il piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) italiano ha 3 priorità strategiche, trasversali a tutte le misure del programma. Mirano all’abbattimento delle disparità su 3 piani: tra uomo e donna, tra giovani e non, tra il sud e il resto del paese.

Sulle prime due il governo Draghi aveva pubblicato delle relazioni, analizzate da openpolis in precedenti articoli. Sia per la parità di genere che per quella generazionale, avevamo infatti visto a quali misure del Pnrr sono associate, considerando anche le ulteriori priorità correlate.

Manca ancora la relazione sui divari territoriali.

Oggi siamo in grado di fare un passo in più, grazie allo studio dei progetti finanziati dal piano. Abbiamo analizzato quelli associati a misure che hanno i giovani come priorità strategica, vedendo dove saranno realizzati, con quante risorse e in quali ambiti di intervento.

Sappiamo che non basta. In primis perché questi dati potrebbero almeno in parte subire delle modifiche, a seguito della recente approvazione da parte della commissione europea, della richiesta di revisione dell’intero Pnrr italiano. Modifiche su cui auspichiamo che il governo renda disponibili al più presto nuovi dataset e informazioni. E al di là della situazione attuale, per verificare l’efficacia del Pnrr sulle priorità strategiche è necessaria una valutazione di impatto, basata su indicatori puntuali e rappresentativi.

A oggi comunque, la prospettiva dei progetti può essere utile a capire almeno gli interventi e le relative risorse finora individuati per questa priorità.

Il quadro generale

Secondo i dati aggiornati all’8 settembre 2023, quasi tutti gli investimenti che hanno come priorità i giovani (43 su 45) hanno superato la fase di selezione dei progetti. Cioè la scelta, attraverso procedure di gara, bandi e avvisi pubblici, degli interventi da finanziare. Non sappiamo tuttavia quale sia lo stato di avanzamento dei lavori, né la spesa già effettuata. Una mancanza che purtroppo riguarda tutti i progetti del Pnrr e che chiediamo ancora una volta al governo di colmare.

34,6 miliardi € il finanziamento del Pnrr destinato ai 123.860 progetti selezionati nell’ambito di investimenti che hanno come priorità strategica la parità generazionale.

È bene sottolineare che le misure del Pnrr – e di conseguenza i progetti a esse associati – possono avere più di una priorità. Questi oltre 120mila interventi quindi non riguardano necessariamente solo i giovani, ma potrebbero avere come priorità anche la parità di genere o il contrasto dei divari territoriali.

In tutte le Missioni, le azioni del Piano sono volte a recuperare il potenziale delle nuove generazioni e a costruire un ambiente istituzionale e di impresa in grado di favorire il loro sviluppo e il loro protagonismo all’interno della società.

– Presidenza del consiglio

Gli ambiti di intervento

Per approfondire questi dati siamo partiti osservando quali sono i settori interessati dai progetti a supporto della parità generazionale. Ciò che emerge è che oltre la metà degli interventi (68.653) riguardano l’ambito della digitalizzazione. Dalle imprese ai privati, dalla pubblica amministrazione alle iniziative di cittadinanza digitale.


Print Friendly and PDF

TAGS