Pluribond Re-starTurismo Abruzzo, l’idea di Federalberghi per aiutare il settore

di Redazione | 06 Maggio 2020, @03:05 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

GIULIANOVA – Nasce il “Pluribond Re-starTurismo Abruzzo”, un’iniziativa voluta dalla Federalberghi per offrire alle aziende del comparto la liquidità necessaria per gestire in tempi brevi la crisi innescata dagli effetti economici del Covid-19.

Si tratta di un Pluribond, sul modello di quello già sperimentato dalle imprese alberghiere coinvolte nel progetto “Pluribond Turismo Veneto-Spiagge” e “Winter Olympic Pluribond Milano-Cortina 2026”, lanciato dallo stesso team per supportare le aziende coinvolte nei giochi olimpici del 2026.

L’odierno Pluribond Re-Start Turismo Abruzzo in fase di lancio in questi giorni avrà come sottostante le emissioni obbligazionarie delle strutture ricettive e della ristorazione in forma di società di capitali e appartenenti alla categoria delle pmi presenti nella Regione. Un modello finanziario che la Federalberghi regionale ha fortemente voluto a beneficio del tessuto imprenditoriale della Regione, con l’obiettivo di affiancarlo agli strumenti che verranno messi in campo dal Governo centrale e regionale.

Per loro natura, i mini-bond sono obbligazioni o titoli di debito a breve o medio-lungo termine emessi da società italiane non quotate, tipicamente pmi che permettono alle imprese soprattutto in questo momento di difficoltà, di dotarsi di un secondo pozzo al quale attingere l’acqua, ovvero un secondo canale di liquidità, parallelo e integrativo a quello bancario tradizionale.

Per realizzare il progetto “Pluribond Re-starTurismo Abruzzo” la Federalberghi regionale si è avvalsa della collaborazione, nella veste di advisor della European Consulting Solutions (Ecs) e della D&P Consulting.

Arranger e global coordinator è la società genovese “Frigiolini & Partners Merchant”; il collocatore dei minibond sul mercato sarà la Società Fundera, intermediario finanziario vigilato appartenente al Gruppo Frigiolini & Partners Merchant, ad oggi primo ed unico portale di crowdfunding autorizzato dalla Consob a collocare i minibond in fase di prima sottoscrizione.

Secondo Giammarco Giovannelli, presidente della Federalberghi Abruzzo, “è di vitale importanza che le imprese attivino subito un secondo canale di liquidità per gestire sia l’emergenza e sia la ripresa delle attività. Siamo una grande regione, con un’offerta turistica in grado di rispondere alle esigenze di chi cerca sia il mare e sia la montagna. È pertanto importante che aziende con esigenze diverse fra loro abbiano strumenti finanziari adeguati alle proprio necessità e, possibilmente, nel più breve tempo possibile. Da qui il progetto ‘Pluribond Re-starTurismo Abruzzo’: un bond disegnato su misura per le aziende del comparto”.

L’operazione godrà della garanzia pubblica nell’ambito del framework Covid-19 e potrà essere quotata in Borsa.


Print Friendly and PDF

TAGS