Pietrucci, “vogliono farmi del male, attacco smisurato”

Ai titoli di coda il rapporto tra il consigliere regionale aquilano e il Partito Democratico

di Matilde Albani | 13 Settembre 2021 @ 08:25 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Mi vogliono fare del male in ogni modo, da anni, ma più fanno così, più mi rafforzano. La gente non è stupida. È un attacco preventivo completamente smisurato e sbagliato nella forma e nei contenuti. Non sono debitore del PD ma creditore. I versamenti che io ho fatto in questi anni certificano un più 34000 euro rispetto ai loro conti arbitrari. E questo è ineluttabile. Le possono studiare tutte per azzopparmi e indebolirmi. Il fango, la nomina del coordinatore dei sindaci (palesemente e oggettivamente incompatibile) con un conflitto di interessi monumentale, L’emarginazione, l’embargo, non mi piegano” Cosi il consigliere regionale dem Pierpaolo Pietrucci, a cui la tesoreria del partito ha richiesto oltre 23mila euro di quote non versate nelle casse come è stabilito dallo Statuto.


Print Friendly and PDF

TAGS