Pietrucci: “Si salvaguardino norme, ambiente e assetto urbanistico di Rocca di Mezzo

Il consigliere regionale: "Nessuna speculazione in area Parco"

di Redazione | 15 Dicembre 2021 @ 17:21 | AMBIENTE
Pietrucci
Print Friendly and PDF

L’AQUILA –  Riceviamo e pubblichiamo dal consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci .

Nonostante i pronunciamenti della giustizia amministrativa che ha chiaramente bloccato il piano di lottizzazione, la stessa società immobiliare ha depositato al Comune rocchiggiano una nuova istanza di lottizzazione per edificare 13 ville a Prato della Madonna a Rocca di Mezzo. 

L’amministrazione comunale – riconosciuto il parere del Consiglio di Stato che ha annullato tutti gli atti procedimentali ed endo-procedimentali connessi e presupposti al piano di lottizzazione – ha già ufficialmente dichiarato di non voler dar seguito all’istanza, “riservandosi le attività di competenza ad atti successivi, al netto delle determinazioni discendenti dagli approfondimenti istruttori da adottare per escludere ogni ragionevole incidenza negativa sulle specie ambientali.”

Nel sottolineare le valutazioni negative del Consiglio di Stato, mi aspetto ora che tutti gli Enti competenti – la Provincia, il Parco regionale Sirente-Velino e soprattutto la Regione Abruzzo che domani riunirà il Comitato VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) per l’esame della pratica – impediscano un intervento urbanistico dannoso per l’assetto territoriale e ambientale. 

Il patrimonio naturalistico e turistico dell’Altopiano delle Rocche richiede una strategia intelligente di valorizzazione. Già la riduzione del perimetro del Parco ha rappresentato un gravissimo danno di immagine e di sviluppo economico.

Oggi non servono altre operazioni di cementificazione e di consumo di suolo.

Lavoriamo invece con lungimiranza per rilanciare il Parco, per la ristrutturazione dei Borghi antichi, il mantenimento dei servizi, le attività produttive locali, il turismo diffuso, la rete tra operatori economici nell’intero sistema del Parco.


Print Friendly and PDF

TAGS