“La Perdonanza celestiniana che si avvia a diventare patrimonio immateriale dell’Unesco è senza dubbio una notizia che ci riempie di orgoglio e trepidazione. Non possiamo che auspicare che tra qualche settimana tutto vada secondo le aspettative, e che L’Aquila e l’Abruzzo abbiano un riconoscimento altissimo al valore e al fascino delle loro tradizioni”.

Lo afferma in una nota il consigliere regionale Pierpalo Pietrucci, presidente della Commissione Territorio.

“E’ ovvio – osserva Pietrucci – che si tratterebbe di un traguardo ma anche di un’opportunità. Non dobbiamo commettere l’errore di sederci sulle nostre ricchezze e, come troppe volte è stato fatto in passato, non avere la visione e la lungimiranza di valorizzarle al meglio”.

Pietrucci aggiunge: “La Perdonanza ha tutte le potenzialità di diventare un evento e un appuntamento che travalica i confini regionali e perfino nazionali. Se il riconoscimento giungera’ in porto, tali potenzialita’ saranno ancora di piu’ e piu’ solide. Spetta a noi lavorare per coglierle, consapevoli che la grande ricaduta economica che potrà giungere dalla Perdonanza è una ricaduta che a che fare con le identità aquilana e abruzzese. Identità vive e forti, ma ancora poco curate e spese al momento dell’accoglienza, nella programmazione turistica, in generale nei rapporti con l’esterno. Altrove, penso alla Toscana, all’Umbria, al Salento, sono stati bravi. Abbiamo le carte in regola per esserlo anche di più”.

Commenti

comments

Tags: