piteruttoPierpaolo Pietrucci:

«Faccio i miei migliori auguri al mio amico e compagno di partito Mauro Marchetti per la nomina a mio successore come Capo Ufficio di Gabinetto. Si tratta di un amico, giovane, serio, promettente e preparato, la cui nomina ho auspicato e sostenuto apertamente in questi giorni. Qualcuno sta parlando e parlerá di chiusura di un cerchio. Non è così: Mauro, prima di essere il principale collaboratore di Alfredo Moroni, é un professionista efficiente e capace, che ho voluto proprio io due anni fa nello staff del Sindaco. Alla soddisfazione per il riconoscimento delle sue qualità professionali si aggiunge, peraltro, quella legata al sentimento di amicizia che ci unisce da anni. Valore importante per chi, come me, a questa parola dà un grande significato. Per lui sarò sempre disponibile, qualora lo ritenesse, a fornirgli sostegno e consigli, il primo dei quali è quello di ascoltare tutti, senza preclusioni, appartenenze e pregiudizi. Ho scoperto che a certi livelli, la politica e il carrierismo smodato, disumanizzano le persone.. Per fortuna non tutte. In un ambiente spesso cinico e guastato da piaggeria e arrivismo, è difficile restare se stessi, non farsi contaminare. Conosco Mauro e so che ci riuscirà».

La risposta di Mauro Marchetti, il nuovo Capo di gabinetto del Sindaco:

«Ti ho telefonato pochi minuti fa per dirtelo a voce…ma rileggendo quello che hai scritto non ti nascondo che mi sono emozionato ancora una volta!
Oggi per me è stata una giornata a dir poco unica, di quelle che è impossibile dimenticare per tanti motivi…e tu li conosci tutti, uno ad uno!
Dopo la mia fidanzata e dopo i miei genitori questa mattina ho chiamato te non perchè era un atto dovuto, neanche perchè dovevo in qualche modo giustificarmi, formalismi questi, che tra di noi non sono mai stati neanche presi in considerazione ; ti ho chiamato perchè tu meglio di chiunque altro sai cosa significa tutto quello che mi sta accadendo… ma soprattutto perchè per fortuna sei mio amico, ormai da tanto!
Mi hai rassicurato e mi hai dato forza proprio come fanno i fratelli maggiori!
E’ strano non vederti più in questi uffici ma se c’è una cosa, sin da adesso su cui io posso rassicurarti è che il Gabinetto del Sindaco rimarrà quel luogo aperto a tutti i cittadini dove sarà possibile confrontarsi e dove si cercherà di trovare le soluzioni ai tantissimi ed enormi problemi che riempiono la quotidianità di tutti i nostri concittadini!
Tu questo lo hai sempre fatto alla grande ed il bene che le persone ti vogliono ne è la chiara ed inequivocabile dimostrazione!
Ti voglio bene, ti stimo tanto e ti ringrazio ancora di più».

Commenti

comments