Pietrucci, Albano e Palumbo: “Il bando pubblicato dal Tsa non risponde ai requisiti norma vigente”

di Redazione | 12 Agosto 2021 @ 15:17 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA -“Il bando pubblicato dal TSA, Teatro Stabile d’Abruzzo, per la progressione interna verticale da responsabile del settore organizzazione, produzioni e allestimenti scenici, non risponde ai requisiti previsti dalla normativa in materia; invitiamo quindi il c.d.a., a partire dal presidente Pietrangelo Buttafuoco, a procedere con una revoca in autotutela dello stesso”.

Lo dichiarano in una nota i consiglieri del Comune dell’Aquila, Stefano Albano e Stefano Palumbo, e il consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci. “Nel bando, ad esempio, non compare il requisito del titolo di laurea, né quello dell’anzianità di servizio pari ad almeno cinque anni, come normalmente richiesto per posizioni apicali nella pubblica amministrazione. Stiamo parlando infatti di un bando di selezione per la progressione interna verticale a primo livello A del CCNL; l’assenza di alcuni requisiti può chiaramente esporre l’ente a una serie di vertenze interne da parte dei dipendenti. L’annuncio di selezione, poi, si scontra con l’impegno assunto dal TSA di contenere i costi fissi, che indubbiamente andrebbero a lievitare con una progressione interna, a dispetto degli sforzi introdotti per contenere le spese. Il Teatro Stabile d’Abruzzo, peraltro, già dispone nel suo organico di due dipendenti con il primo livello A, dunque con funzioni direttive, che ben si coniugano con il numero di dipendenti totale e con la quantità di lavoro da portare a termine. Perché dunque una nuova posizione apicale, in un bando senza requisiti previsti dalla normativa? Nei prossimi giorni presenteremo due interrogazioni, rispettivamente in consiglio comunale e in consiglio regionale, per chiedere ai due enti soci del TSA se sono a conoscenza della questione, se ritengono legittimo il bando e come intendono agire”.


Print Friendly and PDF

TAGS