Piccoli comuni d’Abruzzo, Santangelo: “Evitare spopolamento e creare lavoro”

di Redazione | 04 Febbraio 2024 @ 13:56 | VERSO LE ELEZIONI
Santangelo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Creare lavoro in Abruzzo ed evitare lo spopolamento dei piccoli comuni, soprattutto quelli delle aree interne, sono obiettivi importanti della nostra proposta politica.”

A dirlo è Roberto Santangelo, Vicepresidente del Consiglio Regionale d’Abruzzo e Presidente del Consiglio Comunale dell’Aquila, in corsa alle elezioni regionali del 10 marzo 2024 con Forza Italia.

“Gli incontri che stiamo portando avanti con le persone che abitano i borghi è fondamentale per raccogliere le idee e le proposte di chi vive quotidianamente queste realtà e per poter costruire insieme un percorso di rilancio, economico e sociale, attraverso una valorizzazione strategica delle peculiarità del territorio”.

Santangelo continua sottolineando l’importanza di investire per incrementare l’occupazione:

“Le attività imprenditoriali e commerciali presenti nel territorio sono essenziali perché generano occupazione, così come l’agricoltura, duramente colpita dall’infestazione da peronospora, che continua a essere una risorsa produttiva importante. Per questo abbiamo voluto sostenere gli agricoltori con un contributo regionale e vogliamo continuare ad essere al loro fianco, soprattutto in un momento come quello che si sta vivendo ora a livello nazionale ed europeo.”

Il Vicepresidente del Consiglio Regionale pone inoltre l’accento sul tema della valorizzazione culturale per la promozione di un turismo sostenibile, nell’ottica del rilancio del territorio:

“L’Abruzzo è una terra ricca di storia e tradizioni che meritano di essere conosciute e tramandate, per questo ho fortemente voluto sostenere la cultura soprattutto nei piccoli centri perché sono il baluardo della nostra identità e raccolgono attorno a loro un magnifico paesaggio da tutelare e promuovere”.

Roberto Santangelo richiama poi l’attenzione sui servizi per il cittadino:

“Grazie alla Legge di Bilancio 2024 e soprattutto alla riduzione del debito nel bilancio regionale, possiamo investire sulla famiglia e la natalità con misure concrete e dobbiamo ora pianificare quelle che dovranno essere le azioni per il futuro in termini di servizi utili ai cittadini, a partire dai trasporti pubblici e dalle infrastrutture, indispensabili per evitare l’isolamento di tante realtà abitative, ma anche le scuole che permettano alle giovani coppie di costruire una famiglia nei luoghi d’origine.

Concludendo Santangelo propone una visione più moderna e al passo con i tempi:

“Con l’ausilio delle nuove tecnologie, inoltre, potremmo ripensare i piccoli comuni avviando un percorso di digitalizzazione per agevolare lo smart working e, di conseguenza, consentire a molti di scegliere di vivere anche lontano dalle grandi città. Vogliamo condividere una visione costruttiva di un Abruzzo costituito dalle sue tante realtà perché crediamo nello sviluppo economico e sociale della nostra Regione. Un obiettivo che abbiamo e che vogliamo raggiungere insieme a tutti coloro che amano il nostro territorio”.


Print Friendly and PDF

TAGS