Piazza del Campidoglio, il set dello show “Roman Renaissance” di Laura Biagiotti

di Virginia D'Amico | 15 Settembre 2020, @08:09 | VINTAGE ITALIAN FASHION
Print Friendly and PDF

Dopo le passerelle virtuali Lavinia Biagiotti sceglie la città eterna per far sfilare la sua “Roman Renaissance”.  È l’omaggio del brand Biagiotti a Roma, non solo con uno show open-air che Lavinia regala al pubblico, ma anche con nuovo atto di mecenatismo annunciato in conferenza stampa dal sindaco della capitale Virginia Raggi, il restauro, con la collaborazione di Intesa San Paolo, della Fontana della Dea Roma in piazza del Campidoglio, in attesa di rinnovamenti da 25 anni.

La splendida Caterina Balivo ha presentato le 24 modelle capitanate dalla magnetica amica della Maison, Anna Cleveland, super modella mito degli anni 70. Entrambe sfidano con i loro sandali i sanpietrini ma i loro abiti total white, iconici della maison, splendono sulla piazza della città eterna.

Anna Cleveland ha danzato fluttuante in un etereo abito da sposa, appena prima della performance dell’ ètoile Eleonora Abbagnato e il suo corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma.

Colpiscono i colori brillanti utilizzati in color block, su tutti il verde che cita il dna sostenibile del brand, per poi tornare alle sfumature delle nuance naturale, immancabili bouquet di stampe floreali impreziosiscono anche le linee più rigorose e l’amore per Roma è raccontato.

Un’espressione di raffinatezza tutta Made in Italy, storicamente sobria ma elegante e attuale, che strizza l’occhio alla tradizione Biagiotti con l’abito Bambola, inventato da Laura. «Lo continuo a proporre , per una linea femminile più confortevole, scivolata, con la mia aggiunta di tante tasche, anche nascoste negli abiti da sera, per mettervi i piccoli segreti di noi donne», spiega Lavinia. Perché l’alta moda è anche a Roma, come aveva spiegato al Messaggero. «È importante partire dal nostro territorio e aiutarlo. Siamo made in Roma anche per le lavorazioni: questa è la novella sostenibilità. Mi piacerebbe che nascesse un nuovo gran tour sull’asse Milano – Firenze – Roma grazie alla moda e sfilare in altre piazze capitoline anche più grandi».

“Abbiamo pensato più che altro a restituire, a conservare capolavori irripetibili anche per superare il senso di impermanenza della moda: le pietre vanno oltre. Noi combattiamo sempre contro il tempo e in fondo la moda è un foglio bianco sul quale disegnare il futuro”, spiega Lavinia Biagiotti Cigna, presidente e ceo del gruppo che ha preso in mano le redini dell’azienda dopo la morte della mamma Laura avvenuta nel maggio di tre anni fa.

La giovane imprenditrice confessa: “Il nostro amore per la città viene anche raccontato dal profumo ‘Roma’, diventato nel tempo una fragranza iconica amata da milioni di donne e di uomini di tutto il mondo e proprio il successo di ‘Roma’ ci ha permesso di essere tra i primi della moda a realizzare un grande restauro della città eterna”.


Print Friendly and PDF

TAGS