Pianeta Maldicenza, diciannovesima edizione per il festival dedicato a Sant’Agnese

di Alessio Ludovici | 09 Gennaio 2024 @ 06:00 | EVENTI
pianeta maldicenza
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – L’attrice Cinzia Leoni, insieme con ‘Nduccio, saranno tra i protagonisti del festival “Il Pianeta Maldicenza”, organizzato dalle più attive congreghe agnesine dell’Aquila con il coordinamento della Confraternita dei Devoti di Sant’Agnese, in programma dall’11 al 14 gennaio. Festival che quest’anno, 2024, giunge alla diciannovesima edizione.

La presentazione è avvenuta ieri, nella Residenza municipale del capoluogo abruzzese, per rimarcare il ruolo essenziale del Comune dell’Aquila che patrocina l’iniziativa; iniziativa che si propone di rinnovare la tradizione tipica aquilana della maldicenza intesa non come basso pettegolezzo o insulto, ma come sana e sincera critica costruttiva.

A fare gli onori di casa è stato l’assessore Roberto Tinari che ha sottolineato come l’Amministrazione comunale intende proseguire nel suo operato di sostegno nei confronti di una tradizione che fa parte a pieno titolo dell’aquilanità.
I dettagli del programma sono stati poi illustrati dal presidente dell’associazione che promuove il Festival, Angelo De Nicola, e dai rappresentanti delle Confraternite che hanno organizzato i vari appuntamenti. Oltre a Cinzia Leoni e a ‘Nduccio, che si esibiranno domenica 14 gennaio al Centro commerciale “L’Aquilone” (che in questo modo ha inteso proseguire nel rapporto di collaborazione con la manifestazione, dopo il felice esordio dello scorso anno), sabato 13 gennaio sarà assegnato l’Agnesino d’Oro 2024 intitolato a Ludovico Nardecchia. La novità di quest’anno riguarda le modalità per il conferimento del premio. All’Auditorium del Parco infatti si esibiranno, dalle 16, le band che cantano in dialetto aquilano, nel primo festival “San..lustio”; un modo di “emulare” il festival di San…Remo, calandolo nella realtà nostrana e utilizzando l’idioma popolare che in alcuni casi distorceva il nome dello storico romano Sallustio (la cui statua si trova nella centralissima piazza Palazzo, davanti al Comune), conferendogli un’inesistente santità. A seguire, al Parco del Castello, davanti all’Auditorium, la premiazione da parte della Municipalità.

L’apertura del festival della Maldicenza, come ormai accade da anni, è riservata al dialetto come presidio dell’identità civica, con una tavola rotonda dal nome “Voci dal passato” in programma l’11 gennaio alla scuola secondaria di primo grado “Giulio Verne” di Palombaia di Tornimparte. Venerdì 12 uno dei due appuntamenti con la commedia in dialetto, “Quissi che perdenu ju pilu ma no’ ju vizziu”, che sarà presentata all’Auditorium del Parco dalla compagnia in-stabile “Quissi de Sant’Agnese”, e “Ju munnu è pinu de femmene”, scritta e diretta dal Rossana Crisi Villani, recitata da attrici e attori della compagnia teatrale “Il Gruppo dell’Aquila”, in programma il 20 gennaio al teatro dell’Accademia delle Belle Arti, in via Leonardo da Vinci.

Questo il dettaglio delle cinque giornate del Festival:

(Prima giornata)

Giovedì 11 gennaio 2024

Scuola Secondaria di Primo grado “Giulio Verne”

Palombaia – Tornimparte

 “IL DIALETTO COME PRESIDIO DELL’IDENTITA’ CIVICA”

Ore 17

Aula magna

Tavola rotonda 

VOCI DAL PASSATO

Le parole e le frasi 

del dialetto di ieri e di oggi

Nell’ambito della “Giornata Nazionale del dialetto Unpli-Unesco”

Saluti  

Giammario FIORI – Sindaco di Tornimparte

Loreto LOMBARDI – Sindaco di Scoppito

Roberto SANTANGELO – Vicepresidente Vicario Consiglio regionale d’Abruzzo

Rappresentante Ufficio Scolastico Regionale

Domenico FUSARI– Presidente Pro Loco Tornimparte-Unpli

Angelo DE NICOLA – Presidente Associazione “Confraternita dei ‘devoti’ di Sant’Agnese”

Introduce

Gilberto MARIMPIETRI – Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Comenio – Scoppito

Intervengono

Francesco AVOLIO – Università dell’Aquila

Giovanni DE GASPERIS – Università dell’Aquila

Teresa GIAMMARIA – Docente scuola secondaria e ricercatrice

Coordina

Alberto ORSINI – Giornalista e scrittore

(Seconda giornata)

Venerdì 12 gennaio 2024

AUDITORIUM DEL PARCO

ore 18 

e in replica ore 21

Saluti

Ersilia LANCIA- assessore Comune dell’Aquila

La Compagnia In-stabile “Quissi de Sant’Agnese”

presenta

“QUISSI” CHE PERDENU JU PILU MA NO’ JU VIZZIU!

Curiosènno pe’ L’Aquila tra fandasia e realtà

Testo a cura di

Liliana Biondi, Umberto Pilolli, Daniela Rosati, Anna Rita Rotili

Con

Liliana Biondi: Nobile Confraternita della Cantina Jemo ‘nnanzi

Giacomo Carnicelli: Congrega ji amici de Zeppetella de Tornimparte

Mario Celi: Congrega Sci-Muniti

Oreste Cordeschi: Confraternita Aquilana dei Devoti di Sant’Agnese

Umberto Pilolli: Confraternita Balla che te passa

Daniela Rosati: Confraternita Balla che te passa

Anna Rita Rotili: Confraternita Balla che te passa

Maura Sergio: Congrega Le Mejo Ortiche

Partecipazione musicale di

Vincenzo Guglielmi GRUPPO:

Vincenzo Guglielmi e Ilenia Tancredi (chitarra)

Mario Dionisio (mandolino)

Riprese video e mimo: Claudio Ferroni

Si ringraziano Franco Narducci e Anna D’Eramo per le loro due poesie.

.

Prenotazioni:

Liliana Biondi: 329 616 8742 (tel., w.a., sms)

Anna Rita Rotili: 349 069 3440 (w.a., sms)

Umberto Pilolli: 340 483 9165 (w.a.)

INGRESSO LIBERO (si consiglia la prenotazione)


Print Friendly and PDF

TAGS