Pescara, Cgil: “Un incontro urgente sui problemi gestione dei pazienti psichiatrici”

di Redazione | 13 Maggio 2021, @01:05 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

PESCARA – La Cgil comunica che la situazione dell’Appalto ASL di Pescara, afferente la gestione residenziale per pazienti psichiatrici diurne e residenziali – extra ospedalieri, a seguito delle note e drammatiche vicende giudiziarie che hanno coinvolto ASL Pescara e Società cooperativa, gestrice del Servizio, stanno paradossalmente riversandosi sui lavoratori dipendenti che svolgono quotidianamente con professionalità e competenza il servizio sanitario di cui trattasi da molti anni.

La Cgil continua affermando che “Le lavoratrci ed i lavoratori impegnati nell’appalto NON È GIUSTO rischino il proprio posto di lavoro per RESPONSABILITÀ CHE NON SONO, PER NESSUNA RAGIONE, ASCRIVIBILI A LORO MA, EVIDENTEMENTE, AD ALTRI. Infatti, e’ notizia di ieri mattina ( 12 Maggio 2021 ) che a seguito di sopralluogo da parte di referente Asl, sarebbe stato comunicato ai lavoratori presenti in un centro diurno e, precisamente, nel centro diurno integrato, l’imminente chiusura dello stesso, con conseguente spostamento dei pazienti in altri Centri. Tale situazione, oltre a gettare nel panico i lavoratori impegnati in tale servizio che rischiano il proprio posto per responsabilità NON loro, rischia, al contempo, di creare notevole disagio e nocumento a pazienti fragili/psichiatrici, che avrebbero bisogno della continuità dell’assistenza.”

La Cgil spiega: “Abbiamo già richiesto urgente incontro nelle Sedi Istituzionali preposte, affinché si avvi un tavolo di confronto con l’ente committente, ASL Pescara, finalizzato ( come si conviene in una sostituzione di una società esecutrice / cambio appalto, ossia nelle more della deliberazione del 27 Aprile 2021 del Direttore Generale Asl Pescara ) alla salvaguardia dei livelli occupazionali in essere”.


Print Friendly and PDF

TAGS