Pesca, Imprudente: “Ottimizzare strumenti finanziari utili al settore”

di Redazione | 11 Dicembre 2020, @11:12 | POLITICA
ostegno dell’agricoltura biologica
Print Friendly and PDF

PESCARA – Interventi strategici per il rilancio della pesca, capaci di guardare alla transizione verde e all’innovazione tecnologica. Questi i temi discussi con le associazioni di categoria nel webinar organizzato dal Dipartimento della Presidenza nell’ambito del ciclo di incontri “Il Futuro è partecipato”.

Al centro del dibattito la necessità manifestata dalla dirigenza regionale e dal presidente Marco Marsilio di imprimere un cambio di marcia nella programmazione di settore, attraverso un processo di semplificazione nelle procedure e nell’accesso alle risorse europee. Nei piani del governo regionale, la riproposizione dei bandi e delle misure che nella passata programmazione si sono rivelati rispondenti ai bisogni del territorio.

“Il nostro auspicio – ha spiegato il vice presidente della Giunta regionale Emanuele Imprudente – è quello di ottimizzare gli strumenti finanziari che possono essere utili alla pesca e agli operatori”. Un approccio condiviso dalle associazioni che hanno evidenziato l’importanza di convergere risorse e strumenti su progetti di qualità, cercando di coniugare le esigenze del comparto con quelle della sostenibilità ambientale e i regolamenti in materia. Tra le richieste emerse, la necessità, manifestata dalla Capitaneria di porto, di migliorare le infrastrutture portuali e dare sostegno alla pesca attraverso i fondi europei. L’Istituto zooprofilattico ha invece evidenziato l’importanza di progetti strategici e innovativi relativi alla qualità delle acque e delle specie marine, un approccio condiviso dall’Università di Teramo che ha posto l’accento sul valore degli investimenti tecnologici e la formazione per vincere le sfide della competitività. Nell’agenda dell’Amministrazione regionale, “la formazione di un tavolo di confronto ulteriore per raccogliere i contributi in maniera organizzata, pensando ad eventi specifici per promuovere i progetti di qualità finanziati dal Fondo europeo per gli Affari marittimi e la pesca”. Per il presidente Marsilio l’incontro “completa una operazione di ascolto delle parti sociali ai fini della prossima presentazione della programmazione 21-27. Più i progetti saranno condivisi, più avranno la forza di essere realizzati”. 

Print Friendly, PDF & Email

Print Friendly and PDF

TAGS