Perrotti, ‘Comitatus aquilanus’: “nessuna speranza per una pianificazione a L’Aquila”

di Alessio Ludovici e Michela Santoro | 08 Febbraio 2024 @ 05:00 | ATTUALITA'
Perrotti
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Un fiume in piena, diversamente non potremmo definirlo. L’architetto Antonio Perrotti, del ‘Comitatus aquilanus’, incalza sulla pianificazione tornando a sollecitare all’amministrazione comunale l’adozione di uno strumento di Piano che “rileggendo la situazione territoriale consolidatasi in questi anni, delinei un organico e chiaro scenario nel quale collocare anche le scelte strategiche in sto e che espliciti a cittadini e imprese, le possibili reali prospettive immobiliari e funzionali”.

“Sono facilmente intuibili – prosegue Perrotti – i danni funzionali e ambientali che potranno derivare dalla perpetrazione di questa urbanistica episodica e quindi la necessità di porre fine a tale disastroso processo”.

E ancora: “L’urgenza di una svolta per arrivare ad una Variante partecipata e condivisa, ci impone un impegno nel dibattito e nelle sedi giurisdizionali, rafforzandolo con puntuali iniziative (sit -in e incontri) nelle frazioni e nei quartieri”.

Questi i temi da condividere, per Perrotti che annuncia l’attivazione di uno ‘sportello per il cittadino’ per dare informazioni e fornire consulenza su tutte le problematiche urbanistico/ambientali:

  1. Cunicolo intelligente;
  2. parco di Piazza d’Armi;
  3. energie alternative e Cer;
  4. aree bianche e vincoli decaduti;
  5. rilancio del centro storico come realtà artigianale con efficientizzazione della direzionalità pubblica;
  6. ricostruzione immediata del patrimonio ‘Erp’ con annesso eco- bonus e istituzione Cer praticabili ed autonome;
  7. sanatoria ‘casette a tempo’.

“Fin da subito – conclude l’architetto – ci si può rivolgere all’indirizzo antonio.perrotti48@gmail.com”


Print Friendly and PDF

TAGS