Perdonanza, Marsilio firma ordinanza: un massimo di 1000 spettatori con posti a sedere pre-assegnati

di Redazione | 21 Agosto 2020 @ 13:35 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha firmato l’ordinanza numero 80 che  regolamenta l’afflusso del pubblico in occasione della Perdonanza celestiniana 2020 e approva il“Piano Operativo gestionale – Emergenza COVD-19” in data 19 agosto 2020 – siccome redatto dal Safety e security manager del Comune di L’Aquila, Maurizio Ardingo.

La partecipazione del pubblico, nelle date del 23, 25 e 30 agosto 2020, è consentita in aree che non superino il numero massimo di 1000 spettatori con posti a sedere pre-assegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi.

L’ordinanza è valida, salvo modifiche, fino alla data finale dello stato di emergenza sanitaria.

03 ALLEGATO 1 (Piano_Gest_COVID19_ 19_8_20)

SINTESI DELL’ALLEGATO-PIANO GESTIONE COVID19

posti a sedere tabella perdonanza

All’interno della Basilica di Collemaggio ammissibile la presenza di 200 spettatori in contemporanea, con 7 moduli di uscita predisposti. Sui 6mila metri quadrati del prato di Collemaggio 1736 posti a sedere sulle tribune, 568 posti su prato, 33 i moduli per l’uscita dei presenti.

Concerti (cinema e spettacoli dal vivo)

• Saranno predisposti adeguati poster informativi riguardo i divieti e i comportamenti da tenere, relativamente a tutte le misure di prevenzione adottate, comprensibile anche per gli utenti di altra nazionalità, sia mediante l’ausilio di apposita segnaletica e cartellonistica sia ricorrendo a eventuale personale addetto, incaricato di monitorare e promuovere il rispetto delle misure di prevenzione, da esporre su tutte le arre di accesso;
• Sarà disponibile soluzione idroalcolica per l’igiene delle mani degli utenti e per il personale su tutte le aree di accesso dei sub-settori, prevedendo l’obbligo dell’igiene delle mani all’ingresso e in uscita;
• L’accesso agli eventi avverrà esclusivamente tramite prenotazione obbligatoria on line; saranno mantenuti gli elenchi delle persone presenti per un periodo di 14 giorni;
• Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5°C;
• Allo scopo di garantire attività di tracciamento dei soggetti eventualmente risultati positivi ed individuare eventuali “contatti stretti” si consiglia di utilizzare l’applicazione ufficiale “immuni”;
• Saranno organizzati percorsi separati per l’entrata e per l’uscita nei sub-settori ipotizzati per una migliore gestione degli eventi (Rif. Elaborati grafici allegati);
• Gli spettatori dovranno indossare la mascherina per tutta la durata degli eventi incluso il momento di accesso e di uscita, per i bambini valgono le norme generali – sotto 6 anni non è obbligatorio l’uso della mascherina – sarà emanata una apposita Ordinanza Sindacale nella quale si obbliga la cittadinanza all’utilizzo obbligatorio delle mascherine anche all’aperto durante tutto il periodo della 726° Perdonanza Celestiniana;
• L’eventuale interazione tra artisti e pubblico dovrà garantire il rispetto delle raccomandazioni igienico-comportamentali e, in particolare, il distanziamento tra artisti e pubblico di almeno due metri;

• Ciascun settore sarà inferiore a 1000 persone ed avrà una gestione autonoma di ingresso ed uscita. Sull’area del prato di Collemaggio saranno presenti almeno due settori inferiori a 1000 persone cadauno completamente separati ed autonomi;
• I posti a sedere avranno un distanziamento minimo, tra uno spettatore e l’altro sia frontalmente che lateralmente di almeno 1 metro. Questa misura non viene applicata per i nuclei familiari, i conviventi e le persone che in base alle disposizioni vigenti non sono soggette a distanziamento interpersonale. Per questi soggetti vi è la possibilità di sedere accanto garantendo la distanza fra loro e gli altri spettatori;

• Dovrà essere garantito il mantenimento del distanziamento interpersonale, anche tra gli artisti, stabilendo regole precise di distanziamento anche sul palco (eventuali fiati a distanza di tre metri dagli archi, opere in forma di concerto per evitare promiscuità);
• Tutto il personale (operatori, artisti, etc.) dovranno utilizzare idonei dispositivi di protezione delle vie aeree (mascherine chirurgiche) negli spazi condivisi e/o a contatto con il pubblico;
• L’entrata e l’uscita dal palco dovrà avvenire indossando la mascherina, che può essere tolta durante l’esecuzione della prestazione artistica se sono mantenute le distanze interpersonali, e in maniera ordinata, mantenendo il distanziamento interpersonale, dando precedenza a coloro che dovranno posizionarsi nelle postazioni più lontane dall’accesso (in fase di uscita dal palco, si procederà con l’ordine inverso);
• I professori d’orchestra dovranno mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro; per gli strumenti a fiato, la distanza interpersonale minima sarà di 1,5 metri; per il direttore d’orchestra, la distanza minima con la prima fila dell’orchestra dovrà essere di 2 metri. Tali distanze possono essere ridotte solo ricorrendo a barriere fisiche, anche mobili, adeguate a prevenire il contagio tramite droplet;
• Per gli ottoni, ogni postazione dovrà essere provvista di una vaschetta per la raccolta della condensa, contenente liquido disinfettante;
• Si dovrà evitare l’uso promiscuo dei camerini salvo assicurare un adeguato distanziamento interpersonale unito ad una adeguata pulizia delle superfici;
• Per la preparazione degli artisti, trucco e acconciatura, si applicheranno le indicazioni previste per i settori di riferimento; per la vestizione, l’operatore e l’artista dovranno indossare una mascherina a protezione delle vie aeree quando la distanza tra gli stessi è inferiore a 1 metro; l’operatore dovrà indossare anche i guanti;
• Gli oggetti eventualmente utilizzati per lo spettacolo dovranno essere manipolati muniti di guanti;
• Nei camerini, gli indumenti e oggetti personali dovranno essere riposti in appositi sacchetti porta abiti;
• Il personale (artisti, addetti a lavorazioni, addetti allestimento e dis-allestimento della scenografia, etc.) dovrà indossare la mascherina quando l’attività non consente il rispetto del distanziamento interpersonale;
• Gli ingressi ai singoli settori saranno contingentati e sfalsati temporalmente, al fine di evitare assembramenti agli ingressi;
• I varchi di accesso al pubblico, saranno monitorati e controllati mediante sistemi di rilevazione numerica progressiva (“conta persone” con funzione di SAFETY) con personale Addetto (Operatori di Sicurezza) che vigilerà affinché non venga superata la capacità del massimo di affollamento di ogni area, facendo rispettare sia l’utilizzo della mascherina di protezione che la distanza interpersonale di almeno 1 metro nell’area di ammassamento;
La Piattaforma permette la prenotazione e l’acquisto di accessi in anticipo. Inoltre sarà possibile effettuare il:
-Controllo disponibilità.
-Monitoraggio accesso alle aree, distanziamento sociale.
-Automatizzazione auto-certificazione.
• Attraverso l’utilizzo della tecnologia RFID e QrCode sarà attivata una piattaforma che permette di tenere il controllo esatto degli accessi in entrata ed uscita dai varchi presidiati;
• Ogni personale in postazione di controllo attraverso un palmare potrà effettuare il controllo al varco;
• L’ospite potrà prenotare o acquistare il biglietto sulla piattaforma (personalizzabile ) creata per l’evento. All’ospite che si sarà munito di un biglietto verrà fornito un braccialetto Rfid;
•  Non è prevista l’attività di vendita e somministrazione di alimenti e bevande;
• Dovranno essere posizionati in più punti, cestini per lo smaltimento dei DPI (mascherine, fazzoletti, etc).


Print Friendly and PDF

TAGS