Per la prima volta in concerto per la Barattelli a L’Aquila, Sol Gabetta e Bertrand Chamayou

L’evento è in programma domenica 10 dicembre all’Auditorium del Parco

di Redazione | 08 Dicembre 2023 @ 13:37 | EVENTI
Sol Gabetta Bertrand Chamayou
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Prosegue la presenza delle star del concertismo internazionale nel cartellone della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”. L’evento in programma domenica 10 dicembre all’Auditorium del Parco con inizio alle ore 18 porta per la prima volta a L’Aquila la violoncellista argentina Sol Gabetta insieme al pianista francese Bertand Chamayou.

Carismatica, esuberante, oggi considerata fra le più interessanti artiste e interpreti del mondo, Sol Gabetta nata in Argentina ma in Europa fin dall’età di 12 anni, sta conducendo una brillante carriera che la porta a collaborare con orchestre prestigiose, a vincere numerosi premi, a dedicarsi alla ricerca, all’insegnamento e alla direzione artistica di festival ed ensemble di vario genere. Pubblica con Sony e si esibisce, fra l’altro, sul famoso strumento “Bonamy Dobree-Suggia” di Antonio Stradivari del 1717, per generosa concessione della Fondazione Stradivari Habisreutinger. Insegna all’Accademia Musicale di Basilea dal 2005. È conosciuta dal grande pubblico televisivo anche grazie alle partecipazioni alla fortunata trasmissione “Sostiene Bollani” dove ha duettato con il pianista Stefano Bollani. 

Insieme a lei il colto e raffinato pianista francese Bertrand Chamayou, interprete eccellente, dal repertorio molto vasto, con esperienze in vari ambiti e con le migliori orchestre. È l’unico artista ad aver vinto per quattro volte il prestigioso premio francese “Victoires de la Musique”, ha un contratto di esclusiva discografica con Warner/Erato e ha ricevuto il premio ECHO Klassik 2016 per la registrazione dell’integrale delle opere di Ravel per pianoforte solo.

Insieme formano un duo straordinario, fatto di complicità e grande raffinatezza interpretativa, che ha prodotto vari CD di successo.

Il repertorio per violoncello e pianoforte è oggi uno dei più apprezzati e presenti nelle sale da concerto: il programma di Sol Gabetta e Bertrand Chamayou esplora le possibilità tecniche ed espressive di questo duo a partire da un momento storico in cui la letteratura per i due strumenti aveva già numerose pagine al suo attivo, ma ancora una strada molto lunga davanti a sé.

Con le Variations concertantes op. 17 e la Sonata n. 2 op. 58 di Felix Mandelssohn-Bartholdy e la Sonata n. 2 op. 99 di Johannes Brahms, il concerto darà quindi un quadro delle principali possibilità del repertorio per violoncello e pianoforte. A questi si aggiunge il suggestivo Andante dell’op. 109 “Lied ohne Worte” (Lied senza parole) di Mendelssohn con due brevi omaggi, che portano lo stesso titolo, realizzati dai compositori tedeschi, viventi ma di generazione differenti, Wolfgang Rihm e Jörg Widmann, appositamente commissionati e presenti nel loro ultimo CD dedicato proprio alle opere per violoncello e pianoforte di Mendelssohn.


Print Friendly and PDF

TAGS