Per la Festa nazionale dell’Unità/Pd a Modena niente balera e obbligo mascherine

Dal 26 agosto al 13 settembre invitati anche Conte e Crimi

di Redazione | 18 Agosto 2020 @ 14:08 | POLITICA
Print Friendly and PDF

Scuola, economia, lavoro, sanità ed Europa per la ripartenza del Paese nell’anno della pandemia da coronavirus: saranno questi i temi portanti della Festa nazionale dell’Unità che quest’anno il Partito democratico organizza a Modena a Ponte Alto dal 26 agosto al 13 settembre.

Per la chiusura è in programma l’intervento del segretario nazionale, Nicola Zingaretti. Il programma è stato presentato oggi e lo slogan scelto ‘Bella ciao’ è già apparso sui cartelloni in tutta l’Emilia-Romagna.

Oltre 50 dibattiti e incontri durante i quali si confronteranno dirigenti, parlamentari e amministratori del Partito Democratico, ministri e sottosegretari di Governo, vertici del Parlamento europeo e della Commissione europea, esponenti della società civile. Sono stati invitati tra gli altri anche il premier Giuseppe Conte, il presidente della Camera Roberto Fico e il capo politico del Movimento 5 Stelle Vito Crimi.

Spettacoli su prenotazione e tanti eventi, tutti all’insegna della sicurezza per evitare potenziali contagi da coronavirus.

Si entrerà dopo la la misurazione della temperatura e con la mascherina, che va indossata anche all’esterno eccezion fatta per la cena al ristorante, no ai balli di gruppo, ed eventi su prenotazione per mille persone massimo alla volta. Si seguiranno i dibattiti su sedie distanziate e agganciate a terra, per mantenere gli spazi di sicurezza. “La nostra è una comunità che si sta dimostrando capace di resistere – ha commentato il responsabile organizzazione del Pd Stefano Vaccari – pur con mesi così difficili alle spalle, i nostri volontari sono al lavoro, da settimane, per creare le condizioni per tornare a confrontarci, discutere e far festa insieme”.


Print Friendly and PDF

TAGS