Pd L’Aquila su Potenziamento Questura: “Ultima frontiera propaganda politica”

di Redazione | 07 Aprile 2023 @ 12:30 | ATTUALITA'
daspo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA   –  Durissimo il commento del Pd L’Aquila sul potenziamento della Questura. “Il Governo di turno, a trazione centrodestra, adotta provvedimenti penalizzanti per il territorio, Regione Abruzzo e Comune dell’Aquila difendono le scelte dell’esecutivo accusando le opposizioni di sciacallaggio, per poi festeggiare, intestandosi il risultato a mezzo stampa, allorquando si fa marcia indietro.
Una sorta di coazione a ripetere: creo il problema, risolvo il problema che ho creato.
E’ accaduto con il superbonus per le aree sisma, nei giorni scorsi; accade oggi con il ripristino della Questura dell’Aquila in “fascia alta”, quella che spetta, di diritto, ad un capoluogo di Regione.
Ricorderete che l’allora Governo Conte I, con Matteo Salvini ministero dell’Interno, aveva di fatto declassato la Questura del capoluogo: Biondi si affrettò a dichiarare che – citiamo le sue parole – “l’organico e le prerogative sarebbero rimaste inalterate”, anzi “la nuova classificazione” avrebbe garantito “una maggiore permanenza dei questori in città”.
Quattro anni dopo, però, lo stesso Biondi – nel giorno del silenzio e della memoria – festeggia per il ripristino della “fascia alta”, contenuta nel decreto sulla Pubblica amministrazione varato dal Consiglio dei Ministri, parlando di potenziamento della Questura: “più personale, più sicurezza, più controllo del territorio” scrive il sindaco dell’Aquila, sottolineando l’impegno del Governo Meloni.
Se non è schizofrenia, poco ci manca. Se la Questura dell’Aquila non era stata depotenziata dalla Lega, come si affrettò a dichiarare Biondi nel gennaio 2019, che cosa si sta rivendicando esattamente oggi?
Verrebbe da consigliare a Biondi di uscire dal turbinio della comunicazione politica ai fini della propaganda, ma crediamo sia, ormai, praticamente impossibile.”
 

Print Friendly and PDF

TAGS