Pd, Benedetti invita Cialente a tornare militante contro “la fuffa” Biondi

di Redazione | 02 Marzo 2020 @ 16:48 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “La mia prima preoccupazione dopo l’elezione a presidente dell’Unione comunale del Pd aquilano è quella di ridefinire in maniera corretta il rapporto, il ruolo e le funzioni dell’On. Massimo Cialente nel Pd e , più in generale, nella rinascente sinistra aquilana”.

Lo afferma in una nota Carlo Benedetti, per dieci anni presidente del Consiglio comunale dell’Aquila e da sabato scorso presidente comunale dei dem.

“Massimo è, infatti, ancora il punto di riferimento politico ed amministrativo della città migliore, quella che non si accontenta della fuffa e della approssimazione dalla attuale proposta politica, quella che guarda al futuro con speranza ed ostinazione”.

“Ed in verità Massimo già oggi viene considerato da tutti come una delle personalità più importanti della storia della città dell’Aquila – prosegue Benedetti – . Ciò perché è stato il sindaco del dramma e del momento più buio e difficile ma anche il Sindaco della Ricostruzione e della rinascita”.

“Il Partito democratico e la sinistra storica della città, inoltre, hanno ancora bisogno di una visione strategica e complessiva del futuro dell’Aquila che nessuno meglio di lui può ancora dare: dalla rimodulazione di un piano strategico in cui convivano innovazione e sviluppo accanto alla vocazione storica per la cultura e la musica, alla sistemazione urbanistica ed alla ricucitura delle nuove periferie al centro ed al rilancio dello Sport cittadino”.

“Per queste ragioni”, conclude Benedetti, “chiedo a Massimo e lo faccio pubblicamente, di riniziare con la lucidità e la passione che gli appartengono una nuova stagione di ‘militanza’ e di impegno nel nuovo Partito democratico”.


Print Friendly and PDF

TAGS