Patto per il Respiro, 15 borghi per tutelare la salubrità ambientale

di Redazione | 31 Luglio 2020 @ 11:56 | AMBIENTE
Print Friendly and PDF

Paesi del centro Italia con ottima qualità dell’aria insieme per tutelare la salubrità ambientale, migliorare il turismo sostenibile, proteggere il benessere respiratorio e promuovere la ‘cultura della salute. I primi ‘Borghi del respiro’ sono 15 Comuni di Abruzzo, Lazio e Umbria che sabato 1 agosto, con un seminario in diretta web da Fontecchio e da Nocera Umbra, firmeranno il Patto per il Respiro, sotto l’egida del ministero dell’Ambiente.

Sono, per la Regione Abruzzo, Fontecchio, Lucoli, Rocca di Mezzo, Rocca di Cambio, Scanno, Secinaro, Tione degli Abruzzi, Villa S. Angelo; per la Regione Lazio Amatrice, Cittareale e Leonessa; per la Regione Umbria Cascia, Nocera Umbra, Passignano sul Trasimeno, Sigillo.

Il Comitato scientifico, coordinato dal Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria (Crea), Centro Politiche e Bio-economia, vanta la collaborazione di Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri (Aipo), Associazione pazienti Bpco, Ispra, Unione nazionale Pro Loco d’Italia (Unpli), Isto (Organisation internationale du tourisme social). L’obiettivo sarà estendere il progetto a Comuni situati in tutta Italia, come in programma nel prossimo maggio 2021, proponendo una metodologia replicabile anche a livello internazionale.

 


Print Friendly and PDF

TAGS