Pasti ospedalieri, continua il fermo del centro cottura di Pizzoli

di Alessio Ludovici e Michela Santoro | 11 Febbraio 2024 @ 07:01 | CRONACA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Un mistero il fermo dell’attività del centro di cottura Innova di Pizzoli. Il centro cottura prepara i pasti per tutta la rete Asl dell’aquilano ma anche, ad esempio, per le scuole del Comune di Pizzoli. In quest’ultime, questa settimana. si è andati avanti con un “cestino freddo” a base di panini e merendine. Il Comune di Pizzoli stesso ha informano gli utenti della variazione del menù scolastico “a causa di una temporanea interruzione della produzione del pasti”.

Le cose, da quanto si apprende, dovrebbero tornare normali da lunedì. Le origini del fermo però restano ancora da chiarire tanto che lo stesso Comune di Pizzoli, abbiamo appresso, le ha formalmente richieste all’azienda.

Qualche miglioramento anche sul fronte Asl. Nei giorni scorsi nessuno è rimasto senza pasto ma c’è stato qualche ritardo nei turni e, soprattutto, sono arrivate diverse lamentele per la qualità del cibo. Ieri i pasti sono stati puntuali e, da quanto riferitoci, anche ben preparati. Pasti che in questi giorni di fermo a Pizzoli, stanno arrivando dalla sede centrale del gruppo Innova a Pomezia.

Il gruppo ha vinto anni fa l’appalto milionario per la gestione delle mense ospedaliere dell’aquilano. Ora è in proroga come tutte le Asl abruzzesi che attendono l’esito della mega gara, da oltre 100 milioni di euro, bandita per conto della Regione Abruzzo dall’Aric per la gestione della ristorazione ospedaliera delle quattro aziende.


Print Friendly and PDF

TAGS