Pass vaccinale dal 26 aprile. Come funziona la certificazione verde

di Redazione | 25 Aprile 2021 @ 11:36 | UTILI
Print Friendly and PDF

Dal 26 aprile 2021, gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle Regioni e delle Province autonome collocati in zona arancione o rossa sono consentiti ai soggetti muniti delle certificazioni verdi:

– certificato comprovante lo stato di avvenuta vaccinazione contro il SARS-CoV-2 (validità sei mesi dal termine del ciclo prescritto)

– certificato comprovante lo stato di avvenuta guarigione dall’infezione da SARS-CoV-2 (validità sei mesi dal certificato di guarigione)

– effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus SARSCoV-2 (validità dalla data del test).

La Sardegna sarà l’unica regione in zona rossa. In zona arancione Puglia, Sicilia, Basilicata, Calabria e Valle d’Aosta. Tutte le altre regioni in zona gialla.

Il pass vaccinale consentirà di spostarsi “da una Regione all’altra anche se si tratta di zone rosse o arancioni”, spiega Palazzo Chigi. La certificazione non è richiesta a chi deve muoversi per emergenza o motivi di lavoro: in questo caso è sufficiente l’autocertificazione.

I requisiti per ottenere il pass, che può essere rilasciato anche dal medico di famiglia.

Il pass è necessario anche per i minori. Sono esentati i bambini di età inferiore ai due anni.

“Le certificazioni verdi rilasciate dagli Stati membri dell’Unione sono riconosciute valide in Italia. Quelle di uno Stato terzo se la vaccinazione è riconosciuta come equivalente a quella valida sul territorio nazionale”, rendono noto fonti di palazzo Chigi.

Cambiano le regole per le visite private dal primo maggio fino al 15 giugno. In assenza della zona gialla, consentita una sola visita in due persone -al massimo con 2 minori under 14- in un’altra abitazione privata. A maggio, novità in zona gialla e in zona arancione. In linea di massima, a compiere la visita potranno essere 4 persone, accompagnate eventualmente da 2 miniori di 14 anni.

Tale spostamento, in zona gialla, è consentito anche da una regione all’altra inserite nella stessa fascia. Lo spostamento verso una zona arancione o verso una zona rossa, invece, sarà subordinata all’acquisizione del pass verde per la vaccinazione effettuata, per la guarigione attestata o per l’esecuzione di un tampone negativo.

In zona arancione, la visita privata -a parenti e amici- è permessa a 4 persone ma nell’ambito del territorio comunale. Spostamenti più lunghi, anche in questo caso, sono legati all’eventuale disponibilità del pass.

 


Print Friendly and PDF

TAGS