Papa Francesco approva le virtù eroiche di Anfrosina Berardi

La piccola Serva di Dio, originaria di San Marco di Preturo, ora Venerabile, è più vicina alla beatificazione

di don Daniele Pinton | 24 Aprile 2021 @ 15:56 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

Questa mattina, 24 aprile 2021, durante l’Udienza concessa al Card. Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, il Santo Padre Papa Francesco, ha autorizzato la Congregazione delle Cause dei Santi, a promulgare il Decreto riguardante le virtù eroiche della Serva di Dio Anfrosina Berardi, nata il 6 dicembre 1920 a San Marco di Preturo (Italia) e ivi morta il 13 marzo 1933.

Il 6 dicembre 2020, l’Arcidiocesi di L’Aquila aveva programmato per il centenario della nascita della Serva di Dio Anfrosina Berardi, una solenne celebrazione eucaristica, nella frazione aquilana di San Marco di Preturo, dove la piccola Anfrosina era nata e vissuta, testimoniando con la sua vita e con le sue sofferenze, un amore profondo per Cristo e per l’Eucaristia, ma a causa del Covid-19, tutto era stato sospeso.

Il Cardinale Arcivescovo Giuseppe Petrocchi, che si è speso in prima persona per il riconoscimento della santità di questa giovane aquilana, attraverso l’Ufficio Comunicazioni Sociale dell’Arcidiocesi, ha dato notizia alla Chiesa Aquilana di questo momento molto importante per la comunità ecclesiale, infatti una figlia di questa terra, con l’approvazione delle virtù eroiche, diviene ora venerabile e la sua beatificazione è sempre più vicina.

Due sono i requisiti indispensabili per aprire un processo canonico: la fama di santità e l’esercizio eroico delle virtù da parte del candidato. Il riconoscimento delle virtù eroiche della giovane aquilana, è quindi, un passaggio indispensabile per la beatificazione, che concluderà il suo percorso con il riconoscimento di un miracolo avvenuto per intercessione della Venerabile Serva di Anfrosina Berardi.

Le virtù che sono state accertate sono essenzialmente le tre virtù teologali – fede, speranza e carità – e le quattro virtù cardinali – prudenza, giustizia, fortezza e temperanza – cui si aggiunge l’agire nell’osservanza degli impegni religiosi come l’umiltà, la povertà, l’obbedienza, la castità. Quando si parla di eroicità delle virtù, s’intende anche il grado in cui esse sono state esercitate; lo stesso  Il grado eroico è riconoscibile dalla frequenza, dalla prontezza e dal carattere gioioso con cui si esercitano le virtù e si affrontano i grandi sacrifici o gli ostacoli della vita, superandoli con una forza che non viene da se stessi ma da Dio stesso. Occorre dunque lasciarsi plasmare da Dio, mettendo la propria vita completamente nelle Sue mani.


Print Friendly and PDF

TAGS