Papa Francesco, anticipata l’indulgenza della Perdonanza celestiniana

di don Daniele Pinton | 02 Agosto 2022 @ 09:33 | CREDERE OGGI
indulgenza
Print Friendly and PDF

L’Aquila. Per la 728a Perdonanza Celestiniana, in occasione della visita pastorale di papa Francesco a L’Aquila, sarà anticipata di qualche ora l’indulgenza della Perdonanza celestiniana.

Lo ha disposto la Penitenzieria Apostolica Vaticana che ha concesso – in modo straordinario, per questo solo anno –l’estensione di qualche ora dell’Indulgenza Plenaria di Celestino V a partire dal momento in cui Papa Francesco disporrà l’apertura della detta Porta Santa, in modo che «omnes vere penitentes et confessos, (..) ad praemissam ecclesiam accesserint annuatim, de Omnipotentis Dei misericordia et Beatorum Petri et Pauli Apostolorum, eius auctoritate confisi a batismo, absolvimus a culpa et pena quam pro suis merentur commissis omnibus et delictis», possano già dalla fine della mattinata del 28 agosto, ottenere l’indulgenza plenaria celestiniana.

L’indulgenza della Perdonanza, concessa da papa Celestino V il 29 settembre 1294, che ha sempre previsto per essere perorato, l’ingresso nella Basilica di S. Maria di Collemaggio, dai primi Vespri ai secondi Vespri della solennità del Martirio di San Giovanni Battista, tra la sera del 28 e la sera del 29 agosto di ogni anno, ‘pentiti e confessati’, è stata confermata in più occasioni con disposizioni pontificie, che hanno riconfermato il Giubileo celestiniano. A seguito della Costituzione Apostolica Indulgentiarum Doctrina, del primo gennaio 1967, come disposto al n° 15, la Penitenzieria Apostolica ha dato la riconferma definitiva di tale Indulgenza Plenaria, con un decreto del primo febbraio 1967.

La Penitenzieria Apostolica, secondo la recente (19 marzo 2022) Costituzione Apostolica di Papa Francesco sulla Curia Romana e il suo servizio alla Chiesa nel mondo, Praedicate Evangelium, è l’Organismo della Sede Apostolica che “ha competenza su tutto quanto riguarda il foro interno e le Indulgenze quali espressioni della misericordia divina” e ad essa è “demandato quanto concerne la concessione e l’uso” delle stesse.

Le condizioni per ottenere l’indulgenza celestiniana sono sono quelle della confessione, comunione eucaristica, preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice, recita del Credo e visita della Basilica di Santa Maria di Collemaggio in L’Aquila (fatta eccezione per chi è impedito a causa di malattia o di altre gravi ragioni).


Print Friendly and PDF

TAGS