Paolucci e Blasioli: “Dopo Milano abbiamo perso anche il volo verso Torino”

Abruzzo sempre più fuori dalle rotte

di Redazione | 31 Agosto 2023 @ 15:59 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

PESCARA – “Mentre aspettiamo ancora i frutti dell’annunciata mediazione con Ita Airways, per recuperare il volo storico Pescara-Linate periodo dal 1° agosto scorso, arriva l’annuncio di un altro taglio, stavolta riguarda il collegamento Pescara-Torino erogato dal vettore Ryanair”.

Così, in una nota, il capogruppo Pd in Consiglio regionale Silvio Paolucci e il consigliere dem Antonio Blasioli che osservano: “Urge la convocazione della Commissione vigilanza, a cui chiederemo al più presto che venga a riferire sia il presidente Saga, sia l’assessore regionale al Turismo, per capire cosa questo Governo intende fare dell’aeroporto d’Abruzzo e quale strategia di promozione stia attuando la Regione, viste queste due importanti e, finora, non rimediabili perdite. Politicamente prendiamo atto che i fallimenti del presidente della Regione Marco Marsilio continuano, nella completa indifferenza della maggioranza, che forse spera che gli abruzzesi non se ne accorgano”.

“Non si era mai vista tanta inerzia in un Governo regionale che, fra l’altro, frana anche nella materia turistica, perché non sarà più in grado di assicurare collegamenti storici come Milano e Torino e strategici sia per l’economia e sia per il turismo – continuano Paolucci e Blasioli – Aspettiamo ancora che il presidente della Saga dica come riparerà la perdita del volo per Milano, Vittorio Catone aveva parlato di interlocuzioni con Ita Airways di cui non abbiamo finora né traccia, né riscontro”.

“La richiesta che faremo in Commissione Controllo e Garanzia è quella di attivarsi concretamente anche sul nuovo taglio, al fine di evitare l’ennesima perdita. Approfitteremo della sua presenza anche per avere risposte sulle altre mancanze della gestione aeroportuale, che sono tanto evidenti nella incapacità della Regione di mantenere l’Abruzzo e l’infrastruttura fra le destinazioni e gli scali che contano in Italia e a livello internazionale”, concludono.


Print Friendly and PDF

TAGS