Palumbo: “Non ho trovato decisioni per partecipare a “100 climate-neutral cities by 2030”

di Redazione | 21 Gennaio 2022 @ 17:58 | AMBIENTE
Stefano Palumbo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Ci tengo a far sapere al Sindaco Biondi e all’assessore Taranta che oltre ad essere tranquillo per carattere cerco anche di seguire con attenzione gli atti prodotti dall’amministrazione. Ho di entrambi i contatti telefonici e quando ne ho avuto necessità non mi sono mai fatto problemi a chiamarli ma, esistendo un albo pretorio comunale ho preferito utilizzarlo per fare una ricerca senza riuscire però a rintracciare nessuna delibera o determina che indicasse la decisione di partecipare alla missione europea “100 climate-neutral cities by 2030”. Posso aver cercato male io oppure è l’ente comunale a non aver caricato l’atto, ma questo è del tutto irrilevante rispetto alla notizia che il Comune dell’Aquila parteciperà a questa call, circostanza che mi rende molto felice”.

Lo dichiara il capogruppo del Pd in Consiglio Comunale di L’Aquila Stefano Palumbo che così continua il botta e risposta con il sindaco Biondi e l’assessore comunale Taranta.

“Faccio notare inoltre al Sindaco e all’assessore che sono tante le proposte fatte da me nel corso della consiliatura, sempre anticipando e mai rincorrendo problematiche, esigenze ed opportunità. L’ho fatto proponendo l’acquisito di sanificatori per le scuole (novembre 2020), l’istituzione della sede regionale del Soccorso Alpino presso l’aeroporto di Preturo (giugno 2021), il completamento del modulo Alzheimer presso l’Ex-Onpi (maggio 2018), come ho fatto anche relativamente a questa tematica presentando una mozione sulle misure di contrasto all’emergenza climatica che il consiglio comunale ha votato all’unanimità nel settembre del 2019, mozione di cui la candidatura del Comune dell’Aquila alla suddetta missione europea è la naturale e giusta conseguenza – aggiunge Palumbo -. Sono dunque contento di questa risposta ma avrei piacere ad averne anche rispetto alle altre proposte formulate e in particolare in relazione all’istituzione di un ufficio comunale dedicato alla transizione ecologica, alla produzione all’Aquila dell’idrogeno e dei servizi legati alla sperimentazione del treno verde sulla tratta Sulmona-L’Aquila-Rieti-Terni, e infine alla costituzione di una comunità energetica comunale. Se l’amministrazione le accogliesse non sarò certo lì a sottolineare il ritardo con cui è arrivata ma ad applaudire per aver fatto qualcosa di utile per la città”.


Print Friendly and PDF

TAGS