Pagano presenta a Pescara un libro sui giorni dell’armistizio

di Redazione | 30 Novembre 2023 @ 11:27 | CULTURA
8 settembre 1943 armistizio
Print Friendly and PDF

PESCARA – “Il giorno della proclamazione dell’armistizio è uno dei più dolorosi e meno lineari della nostra storia. Su quello che accadde e sulle decisioni che determinarono gli eventi ci sono numerose zone d’ombra frutto di ricostruzioni affrettate, di versioni addomesticate, di incapacità o di precisa volontà di non dare risposte neppure in sede di commissioni d’inchiesta o processuali.  Sono lieto di aver presentato alla Camera, nella splendida cornice della Sala della Sacrestia, il libro ‘Tagliare la corda’ dell’amico Marco Patricelli – storico attento, puntuale e scrupoloso cui vanno i miei complimenti più sinceri – che getta una luce anche interpretativa sugli avvenimenti successivi al proclama di Eisenhower e a quello del Maresciallo Badoglio con un puntuale incrocio delle fonti, l’integrazione con documentazione inedita e la verifica dei memoriali”, afferma Pagano.

“Il primo punto chiaro è che solo in Italia viene adoperata la formula ‘armistizio’ invece che di ‘resa incondizionata’ per alleggerire le responsabilità delle classi dirigenti e della monarchia che dimostrarono tutta la loro inadeguatezza. Poi perché venne scelta Pescara come terminale di un allontanamento che solo il 9 settembre diventa tecnicamente, storicamente e fattualmente una vera e propria fuga” ha detto ancora Pagano che ha parlato di “una ricostruzione incalzante, lungo 30 ore che aprirono una ferita nelle coscienze e che in qualche modo è giunta fino ai nostri giorni”, conclude Pagano.


Print Friendly and PDF

TAGS