Nursing Up: Dati allarmanti su cessazioni volontarie dal lavoro degli operatori sanitari italiani

di Redazione | 12 Gennaio 2022 @ 10:57 | ATTUALITA'
De Palma
Print Friendly and PDF

Un dato preoccupante emerge dai dati di Nursing Up è quello delle cessazioni volontarie da parte degli operatori sanitari italiani, e viene commentato dal Presidente Nazionale Antonio De Palma 

“Una delle principali cause all’origine delle dimissioni di massa è ritenuta essere la sindrome da burnout, vale a dire una situazione professionale percepita come logorante dal punto di vista psicofisico. Il lavoratore, non disponendo di risorse comportamentali e cognitive adeguate a fronteggiare questa sensazione di esaurimento fisico ed emotivo, decide di lasciare il lavoro” afferma De Palma. “Esemplificativo appare il caso di infermieri, medici e altri operatori sanitari che negli ultimi due anni, con la pandemia, sono stati sottoposti ad un sovraccarico di lavoro indicibile. Le soluzioni sono a portata di mano e rientrano tutte in un piano di valorizzazione,  fin qui purtroppo mai messo in atto dai Governi che si sono succeduti.  Senza considerare poi il comportamento delle regioni, che parrebbero essersi poste la seguente domanda: perché valorizzare gli infermieri  se sotto la bandiera dell’emergenza – che tutto giustifica- possiamo spremerli come limoni, privandoli anche del tempo necessario al loro ristoro psico fisico?  Si signori, noi ci chiediamo se non sia proprio questa la domanda che si saranno poste alcune Aziende Sanitarie in Italia, da ultimo quella di Imola, quando hanno deciso, in barba a qualsiasi diversa considerazione, di bloccare le ferie proprio agli infermieri, quelli che , invece, ne avrebbero avuto maggiore bisogno.  Gli infermieri Italiani meritano rispetto!”, conclude De Palma contrariato.

 

Print Friendly and PDF

TAGS