Nuovo Sindacato Carabinieri rivendica i propri diritti a Montecitorio

di Redazione | 04 Ottobre 2020, @11:10 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

Mercoledì 7 ottobre, dalle 14 alle 19, il Nuovo Sindacato Carabinieri, insieme ad altre organizzazioni sindacali, sarà davanti Montecitorio per rivendicare gli stessi diritti  che hanno i Colleghi della Polizia di Stato e della Penitenziaria. Diritti compressi e negati dalla legge licenziata dalla camera dei Deputati e ora in discussione al Senato.

“Eppure non sarebbe così difficile – spiega Roberto Di Stefano del Nuovo Sindacato – basterebbe con un semplice articolo di legge dare la stessa normativa delle OOSS delle Polizie a ordinamento civile ai Militari. Sarà un presidio contingentato nei numeri per quello che sta passando il nostro Paese. Scenderemo in piazza per spiegare cosa sta succedendo ai Politici, ai Colleghi e soprattutto alla Gente, alla quale chiediamo di essere con Noi, di incontrarci, per aiutarci nella richiesta di diritti sindacali per Noi che scendiamo ogni giorno nelle strade Italiane per garantire e proteggere i diritti di Tutti”.

“Dopo 40 anni della lotta che fecero i Colleghi della Polstato che ottennero la smilitarizzazione e una reale tutela sindacale, e dopo 2 anni e mezzo dalla sentenza della Corte Costituzionale che ha annullato l’ingiustizia che ci voleva senza diritti sindacali – aggiunge –  è arrivato il tempo per Noi Militari di combattere per una analoga e giusta causa. Invitiamo i Colleghi che ancora non sanno cosa stiamo facendo, che ancora non conoscono le azioni sindacali che abbiamo svolto e che portiamo avanti con trasparenza e senza discrezionalità, nel puro interesse di Tutti, a venire a prendere un caffè per farsi spiegare la portata della sentenza della Corte Suprema e cosa significhi per le nostre legittime aspettative”.

“Non manifestiamo per soldi e/o contratti, ma per avere finalmente diritti negati da sempre.  Venite, Vi aspettiamo. Vere tutele per Chi tutela”, conclude Di Stefano.


Print Friendly and PDF

TAGS