Nuovo Dpcm, le misure annunciate da Conte: Regioni divise in tre fasce di rischio

Il premier ha illustrato i nuovi provvedimenti alla Camera

di Redazione | 02 Novembre 2020 @ 13:18 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

Il premier ha illustrato i nuovi provvedimenti alla Camera, nel pomeriggio riferirà anche al Senato. La firma sul nuovo decreto dovrebbe arrivare martedì.

Gli interventi saranno diversificati e mirati nei vari territori, ha spiegato. Previsto lo stop agli spostamenti da e verso le Regioni dichiarate a rischio salvo che per comprovate esigenze di lavoro, studio e salute. Didattica a distanza al 100% per le scuole superiori e chiusura dei centri commerciali nel weekend.

Conte ha spiegato “nel Dpcm indicheremo 3 aree con tre scenari di rischio con misure via via più restrittive”. L’inserimento di una Regione in una delle fasce avverrà “con un’ordinanza del ministro della Salute”. Questi scenari dovranno tener conto – ha spiegato il premier – dell’indice di replicabilità del virus, dei focolai e della situazione dell’occupazione dei posti letto negli ospedali.

Il premier Conte ha spiegato che “ci sono specifiche criticità in Regioni e province autonome” e che quindi le misure sono state modulate “sulle differenti criticità” delle Regioni.

Prevista l’interruzione della mobilità verso Regioni con “elevati coefficienti di rischio”, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

Ci saranno anche limiti alla circolazione delle persone di sera, ma il premier Conte non ha specificato l’orario e ha parlato genericamente di “tarda serata”.

La didattica a distanza viene estesa al 100% per tutte le scuole di secondo grado.

Il nuovo dpcm disporrà la chiusura dei centri commerciali nei weekend e nei giorni festivi, ad eccezione di farmacie, parafarmacie, alimentari e tabacchi.

“Verranno chiusi i corner per le scommesse e giochi ovunque siano”, ha spiegato Conte.

Chiudono anche mostre e musei.

Viene disposta la limitazione della capienza sui trasporti pubblici al 50%.

 

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS