Nuclei cura primaria: la Asl autorizza la sostituzione dei medici in pensione

Sospeso il sit-in di protesta programmato per giovedì 7 aprile, ma lo stato di agitazione proseguirà fino a quando non si darà attuazione a quanto stabilito

di Redazione | 05 Aprile 2022 @ 19:05 | SALUTE E ALIMENTAZIONE
Italia
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La mobilitazione dei medici di medicina generale della provincia dell’Aquila e del personale di studio dei nuclei di cure primarie Asl ha avuto un epilogo positivo prima di arrivare alla protesta indetta per giovedì. A renderlo noto sono i medici tramite le organizzazioni sindacali promotrici della mobilitazione (Fimmg, Smi, Snam e la Cgil provinciale). 

“Ottenuto un primo significativo successo: con atto dirigenziale del 4 aprile la direzione generale della Asl dell’aquila ha autorizzato, anche se in via transitoria, la sostituzione nei nuclei dei medici andati in pensione. Questa soluzione, da noi prospettata fin dall’inizio, garantisce nell’immediato la sopravvivenza dei ncp e quindi la continuità dei servizi assicurati alla popolazione (assistenza medica h12, accoglienza e attività di sportello h12, assistenza infermieristica h12) e il mantenimento dei posti di lavoro del personale dipendente. Le organizzazioni sindacali dei medici promotrici della mobilitazione Fimmg, Smi, Snam e la Cgil provinciale, in rappresentanza dei lavoratori dei ncp, sospendono pertanto il sit-in di protesta programmato per giovedì ma ribadiscono che lo stato di agitazione proseguirà fino a quando la asl non darà attuazione a quanto stabilito, nell’interesse dei cittadini, che hanno diritto al mantenimento e, ancor più, al potenziamento e alla valorizzazione dei servizi della medicina del territorio.


Print Friendly and PDF

TAGS