Nicolas, piccolo grande campione, futuro della ginnastica

di Matilde Albani | 30 Ottobre 2020, @06:10 | RACCONTANDO
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Quando della ginnastica non puoi puoi fare a meno. E’ stato cosi  per l’aquilano Nicolas Giuliani, 11 anni, “figlio del terremoto”,  che già da piccolino non riusciva a stare fermo come racconta mamma Sabrina. Proprio nello stesso giorno in cui è arrivato il nuovo dpcm, a Mortara in provincia di Pavia,  Nicolas ha raggiunto il gradino più alto del podio diventato campione italiano di ginnastica artistica gold allievi 3. Come Billy Elliot che rappresentava la forza della volontà e della decisione, affascinato dalla danza ma inizialmente, ostacolato dalla famiglia. La famiglia di Nicolas però lo ha supportato in tutto e per tutto. Passione, talento e volontà hanno fatto il resto. L’inizio con la break dance, la danza aerea e poi a sette anni, la scoperta della ginnastica artistica.  Daniele Centi Pizzutilli allenatore della Polisportiva Torrione appena lo vide, capì subito la stoffa. Da quel momento Nicolas, cominciò con le sue prime gare regionali, interregionali,  e nazionali da agonista.

Tante ore di allenamento, qualche piccolo incidente di percorso,  ma sempre con quella passione sfrenata, anche con le vesciche sanguinanti sulle mani. Dall’Aquila poi  il salto all’Accademia Nazionale di Ginnastica Artistica Maschile di Fermo e l’incontro con Luigi Peroli, dove viene accolto,  ed inizia a perfezionarsi. A marzo poi, lo stop del Covid, ma non quello di Nicolas che trasforma la sua casa in una palestra e svolge gli allenamenti on-line. A maggio si riparte in punta di piedi, si ricomincia con le classifiche e l’entusiasmo.


Print Friendly and PDF

TAGS