Nel nome di Gesù, tutto ciò che è antico si rinnova

Al via i festeggiamenti di san Bernardino da Siena, compatrono della città di L’Aquila

di don Daniele Pinton | 14 Maggio 2021, @04:05 | CREDERE OGGI
Print Friendly and PDF

Nella monumentale Sagrestia della Basilica bernardiniana di L’Aquila, il Ministro Provinciale per il Lazio e l’Abruzzo dei Frati Minori, padre Massimo Fusarelli e il Rettore della Basilica di San Bernardino, padre Daniele Di Sipio, insieme al giornalista Massimo Alesii, hanno presentato questa mattina, il programma per i festeggiamenti di S. Bernardino da Siena, compatrono dell’Arcidiocesi di L’Aquila, che avranno luogo il 19 e 20 maggio 2021.

Come sottolineato da Padre Daniele di Sipio, ad inizio dell’incontro, nonostante i limiti per la pandemia da Covid-19, i Frati Minori della Provincia di S. Bonaventura, si sono impegnati a far ripartire, nel rispetto delle norme governative, la festa di S. Bernardino che quest’anno riprenderà, dopo i restringimenti pandemici dello scorso anno, non solo con il programma religioso, ma anche con quello civile. Sarà un  ricollegarsi al ‘lievito fecondo’ che era la Cattedra Bernardiniana, attiva proprio nel convento della Basilica aquilana, ma sospesa nelle sue attività a causa del sisma del 2009, quest’anno con un momento significativo di riconoscimento di alcuni personaggio aquilani e italiani, che si sono spesi al servizio della comunicazione della verità e del Vangelo.

Infatti S. Bernardino da Siena, per l’uso sapiente del linguaggio, rivolto con cordialità e passione a un uditorio popolare, prima con una bolla del Cardinale Arcivescovo di Bologna, Giacomo Lercaro, a seguito del Congresso nazionale della pubblicità, svoltosi a Firenze nell’ottobre del 1960, e poi con un Breve pontificio Laudativa Nuntia di Pio XII del 1956, è stato proclamato patrono dei pubblicitari italiani.

Per Massimo Alesii, anche l’immagine del ‘trigramma’ ideata da S. Bernardino, che campeggia scolpita sui portali di molte case aquilane del centro storico, fu il modo attraverso il quale parlare dei misteri della fede, attraverso un linguaggio esperienziale tradotto in un linguaggio vivo.

San Bernardino, da acuto psicologo della comunicazione quale si è rivelato, studiò un modo semplice efficace per far si che la sua predicazione non venisse dimenticata facilmente: egli la sintetizzò, nella devozione al Nome di Gesù. Per fare questo inventò un simbolo dai colori vivaci (oggi diremmo un ‘logo’), che veniva collocato in tutti i locali pubblici e privati, sostituendo blasoni e stemmi delle famiglie e delle varie corporazioni spesso in lotta tra di loro. Il ‘trigramma’ del Nome di Gesù, divenne così un emblema celebre e diffuso in ogni luogo in cui Bernardino e i suoi discepoli avevano predicato e soggiornato … Il trigramma fu disegnato da Bernardino stesso e per questa ragione è considerato patrono dei pubblicitari. Il simbolo consiste in un solo raggiante in campo azzurro; nel centro del sole vi sono le lettere IHS che sono le prime tre del nome ‘Gesù’ in greco.

Il Ministro Provinciale, ha spiegato il significato del riconoscimento che verrà dato nella festa di S. Bernardino di quest’anno e indicato il 19 maggio alle ore 17:00, nella basilica di S. Bernardino, il momento e il luogo in cui avrà luogo l’incontro con gli interpreti contemporanei della cultura e della comunicazione, affermando che gli ospiti selezionati da una apposita commissione scientifica, riceveranno in dono un piatto realizzato secondo l’antico stile delle ceramiche di S. Bernardino, raffigurante il ‘tetragramma’ e realizzato dall’artista Stella Lucente e daranno, in presenza, nel rispetto delle norme contro il covid-19, una testimonianza della loro vita professionale.

Padre Fusarelli ha poi indicato i nominativi degli interpreti contemporanei della cultura e comunicazione legati al territorio aquilano: Walter Capezzali, giornalista, socio della Deputazione di Storia Patria dal 1967 di cui è stato Presidente dal 1994 al 2021, autore di monografie e saggi, tra i quali in particolare “L’Osservanza minoritica dall’Abruzzo all’Europa” 2019; Don Bruno Dasani, giornalista e direttore de L’Alpino (Organo d’informazione dell’Associazione Nazionale Alpini), prefetto della Biblioteca Capitolare di Verona;  Biagio Oppi, responsabile della comunicazione di Alfasigma, azienda italiana leader nella farmaceutica, e dal 2016 professore a contratto dell’Università di Bologna per il corso di Comunicazione d’Impresa;  Mario Narducci, giornalista, scrittore e vaticanista; Duilio Chilante, (Art Director) dell’Agenzia ONE GROUP ha prodotto centinaia di pubblicazioni che attraverso la storia dell’Aquila negli ultimi 40 anni. Inoltre verrà assegnato anche un riconoscimento per la testimonianza professionale a personalità nazionali non presenti per impegni di lavoro e che riceveranno virtualmente il simbolico ‘trigramma bernardiniano’, nelle persone di  Lorena Bianchetti, notissima conduttrice e autrice televisiva e Giovanni Scifoni, attore e conduttore tv, diventato virale su Face-book.

Entrando in merito al programma religioso della festa di S. Bernardino per l’anno 2021, nel rispetto delle misure imposte dall’emergenza per il covid-19, il 19 maggio, giorno della vigilia, dopo l’incontro con gli interpreti contemporanei della cultura e della comunicazione, alle ore 18:30, avrà luogo la celebrazione eucaristica, presieduta da Mons. Rodolfo Cetoloni, Vescovo di Grosseto e al termine presso il Mausoleo, la lettura del Sacro Transito di San Bernardino e la riapertura dell’Urna. Il 20 maggio 2021, giorno della festa, alle ore 11:00, il Card. Giuseppe Petrocchi, Arcivescovo di L’Aquila, presiederà la concelebrazione eucaristica, durante la quale avrà luogo l’offerta dell’olio per la lampada votiva, da parte del Comandante del 9° Reggimento Alpini di L’Aquila, mentre alle ore 17:30, dopo l’accoglienza dei Sindaci dei Comuni limitrofi alla Città di L’Aquila, da parte del Rettore della Basilica di S. Bernardino, sul sagrato della Basilica e l’atto di affidamento al Santo da parte delle Autorità presso il mausoleo, alle ore 18:00, Padre Massimo Fusarelli, Ministro Provinciale dei Frati Minori, presiederà la S. Messa al termine della quale, dal sagrato della Basilica, impartirà la Benedizione con la Reliquia del Santo alla Città dell’Aquila ed ai Comuni rappresentati dai Sindaci intervenuti.

 

manifesto S. Bernardino 2021


Print Friendly and PDF

TAGS