Nasce il governo #ioapro contro l’esecutivo Draghi

La protesta sul web

di Redazione | 19 Aprile 2021 @ 18:43 | POLITICA
Print Friendly and PDF

La settimana scorsa si è conclusa con la conferenza stampa di Mario Draghi sulle possibili riaperture delle attività  economiche. Aperture, definite dallo stesso presidente addirittura ‘un rischio‘ che il Governo si starebbe assumendo. 

Ma sono in molti ad essere rimasti delusi: le attività  di ristorazione che potranno alzare le saracinesche sono solo quelle all’aperto. E per la cena si dovrà rispettare il coprifuoco alle 22.00.

L’associazione Io Apro, che riunisce ormai tantissimi ristoratori da nord a sud Italia, ha detto No a questa “presa in giro” così l’ha definita e si sta preparando ad una obbedienza costituzionale. 

Dopo le ultime manifestazioni di piazza a Roma, Milano e in diverse zone d’Italia, con forti tensioni, ristoratori, baristi, commercianti, duramente colpiti dalla pandemia, a colpi di #AprireSenzaCondizioni sui social, hanno urlato l’insofferenza alle chiusure, il volerriaprire le attività economiche. Ora Io apro si appresta a diventare qualcosa di più strutturato. 

“Lo hanno deciso i cittadini italiani”- si legge nel loro comunicato – “in cui si annuncia la nascita del Governo pro tempore Io Apro, che rimarrà in vita fino a quando l’esecutivo non deciderà veramente di riaprire tutte le attività attualmente sul lastrico”. 

Un governo ombra che permetterà di riaprire e sopravvivere senza limiti di fasce e di orario che verranno inserite in una mappa, resa nota il prossimo 25 aprile. Potranno accedere alle varie attività solo i clienti muniti di “pass”. 

Un termine chiaramente utilizzato come provocazione al pass vaccinale di cui si sta parlando in questi giorni. Si tratta in realtà di una tessera che permetterà ai singoli di segnalare agli organizzatori la propria adesione. 

Nessuna categoria sarà esclusa dal governo di Io apro; “Questa non è una provocazione è sopravvivenza”, spiegano i costituenti.

 

Print Friendly and PDF

TAGS