Nardella: “Il carcere di Avezzano ‘aggredito’ dall’emergenza Covid”

di Redazione | 27 Gennaio 2022 @ 18:37 | CRONACA
Il carcere di Avezzano
Print Friendly and PDF

AVEZZANO – “Giungono notizie preoccupanti da Avezzano. Il carcere cittadino sembrerebbe sia divenuto bersaglio preferito, nell’ambito carcerario della provincia dell’Aquila, della variante Omicron”.

Lo dichiara il segretario territoriale Uil Pa Pp Abruzzo, Mauro Nardella.

“Sarebbero 7 gli agenti sinora infettati, 20% del totale, mentre, al momento, 3 sarebbero invece i detenuti interessati dal morbo – aggiunge Nardella -. Non si hanno notizie di screening da riservare a tutto il personale e ai detenuti né nel breve né nel lungo periodo. La terza dose vaccinale sembrerebbe aver funzionato molto bene almeno per ciò che attiene la sintomatologia visto che quasi tutti gli interessati o sono asintomatici o presentano sintomi assolutamente non preoccupanti”.

Per Nardella “Uno dei positivi al Covid è il responsabile locale della Uil Pa polizia penitenziaria il quale, sentito per le vie brevi, mi ha sincerato del fatto che le sue condizioni fisiologiche non hanno accusato alcunché dal punto di vista sintomatologico tanto da essere rimasto molto meravigliato dall’esito del tampone. L’auspicio ora è che non si vada oltre questa soglia in quanto, proprio per lo scarno numero di agenti presenti, basterebbe poco per bloccare tutte le funzioni del carcere e gettarlo nell’emergenza più assoluta”.


Print Friendly and PDF

TAGS