Esposto del Wwf Abruzzo alla Procura di L’Aquila per il motoraduno del 16 e 17 Luglio che ha portato appassionati della motocicletta da tutta Italia a Fonte Vetica di Campo Imperatore nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, in una delle Zone di Protezione Speciale e dei Siti di Interesse Comunitario della Rete Natura 2000 della Ue. “Le modalità di svolgimento di questa manifestazione e alcuni comportamenti testimoniati da foto e video appaiono del tutto incompatibili non solo con le norme di tutela previste all’interno del Parco ma con il semplice buon senso” dichiara Luciano Di Tizio, delegato per l’Abruzzo del WWF Italia.
“Campeggio al di fuori delle aree consentite, autoveicoli e motoveicoli sulle praterie d’alta quota, uso e sorvolo di droni, accensione di fuochi, abbandono di rifiuti”. Nell’esposto si chiede di accertare se l’evento abbia avuto tutte le autorizzazioni e se le stesse contenessero prescrizioni. Una segnalazione è stata inviata al Ministero dell’Ambiente.

Commenti

comments