MotoGP Valencia: Bagnaia domina nel giorno del ritiro di Valentino Rossi

di Stefano Nicoli

di Redazione | 14 Novembre 2021 @ 19:09 | SPORT
GP-VALENCIA
Print Friendly and PDF

Quattro vittorie nelle ultime sei gare. Recita questo il ruolino di marcia di Francesco Bagnaia, unico e indiscusso mattatore della parte finale di questa stagione 2021 del Motomondiale. Il #63, la cui striscia di successi è stata interrotta solamente da Marc Marquez e – soprattutto – dalla caduta nel secondo round di Misano, ha sugellato con la vittoria nel GP della Comunità Valenciana un weekend pressoché perfetto.

È vero, al pilota torinese è mancata la pole position per via del velocissimo Jorge Martin, ma Pecco ha guidato con grande spinta e velocità per tutto il fine settimana. Al termine dei 27 giri di gara previsti per l’ultima gara dell’anno, l’alfiere di Ducati ha tagliato il traguardo – indossando una replica del casco “Che Spettacolo!” usato da Valentino Rossi – con appena 489 millesimi di margine su Jorge Martin, secondo in sella alla Ducati del team Pramac nonché vincitore del premio di Rookie of the Year. A completare il podio, in una domenica semplicemente perfetta per Borgo Panigale, provvede poi Jack Miller: il #43 si piazza al 3° posto, regalando così a Ducati il primo 1-2-3 nella storia della MotoGP.

Si ferma alla 4^ piazza Joan Mir, a lungo 3° e in battaglia con Miller, mentre non va oltre uno scialbo 5° posto Fabio Quartararo: il neo Campione del Mondo, una volta centrato l’obiettivo grosso in quel di Misano, è parso piuttosto scarico in queste ultime uscite, dando l’impressione di non volere mai chiedere troppo a sé o alla sua Yamaha. Johann Zarco è 6°, mentre la KTM di Brad Binder precede la Ducati di Enea Bastianini. Il #23 si è reso protagonista dell’ennesima splendida rimonta della sua stagione, e dalla 18^ casella dello schieramento è addirittura riuscito a mettere le proprie ruote davanti alla Aprilia – di rosso vestita – di Aleix Espargaro. Si chiude poi con la 10^ posizione la straordinaria, inimitabile e irripetibile carriera di Valentino Rossi: il #46 artiglia una top ten nella sua ultima gara nel Motomondiale, ponendo fine con una prestazione solida a una storia, a un’epopea, durata 26 anni e destinata a rimanere impressa per sempre nelle menti e nei cuori di tutti gli appassionati del motociclismo.

Appena fuori dai primi dieci si mette Franco Morbidelli, ancora alle prese con il non semplice recupero dall’operazione al ginocchio che lo ha tenuto fuori per quasi metà stagione, mentre Andrea Dovizioso si tiene dietro Alex Marquez e le due KTM di Miguel Oliveira e Iker Lecuona, rispettivamente 14^ e 15^. Nessun punticino iridato poi per Maverick Vinales, Luca Marini e Danilo Petrucci, anche lui ai saluti dato l’imminente inizio della propria avventura alla Dakar. Sono poi solamente due i piloti non transitati sotto la bandiera a scacchi: ad essersi ritirati per via di due cadute – prive fortunatamente di conseguenze – sono stati Alex Rins e Takaaki Nakagami, costretti ad alzare bandiera bianca mentre si trovavano rispettivamente in 3^ e 11^ piazza.

Calano ora le saracinesche sui garage del Motomondiale, che manda in archivio la stagione 2021 dopo 18 appassionanti appuntamenti. Ora i protagonisti della MotoGP avranno a disposizione qualche settimana per rifiatare, dopodiché sarà di nuovo il momento di tornare in sella: i test ufficiali di Jerez de la Frontera, dopotutto, sono già dietro l’angolo.

GP-VALENCIA


Print Friendly and PDF

TAGS