MotoGP, GP Spagna: Bagnaia porta la Ducati in pole

di Stefano Nicoli

di Redazione | 30 Aprile 2022 @ 18:50 | SPORT
Bagnaia
Print Friendly and PDF

È un Francesco Bagnaia in grande spolvero quello ammirato finora sull’assolato asfalto di Jerez de la Frontera. Il #63 di Ducati, reduce da un fine settimana complicato in quel di Portiamo, in sella alla sua GP22 è stato protagonista di una sontuosa sessione di qualifica che gli è valsa non solo la pole position del GP di Spagna ma anche il nuovo record della pista.

Il giovane torinese nel corso del suo secondo run ha fermato il cronometro sull’1’36”170, rifilando ben 453 millesimi a Fabio Quartararo, 2° in sella alla Yamaha M1 ufficiale. In prima fila, seppure staccato di quasi 8 decimi dal mostruoso tempo siglato da Bagnaia, si mette anche l’Aprilia di Aleix Espargaro con il suo 1’36”933, crono sufficiente a precedere tanto Jack Miller quanto Marc Marquez, 5° al termine di queste qualifiche. Ad aprire la terza fila provvederà Johann Zarco, sopravvissuto assieme a Marco Bezzecchi (buon 8°) alla Q1, mentre Takaaki Nakagami conquista la 7^ piazza in 1’37”254. Joan Mir, 9°, apre un trittico di piloti che hanno visto la propria sessione rovinata da cadute nei momenti clou: oltre allo spagnolo sono infatti finiti a terra anche Jorge Martin ed Enea Bastianini, rispettivamente 10° e 11° in griglia, con l’Aprilia di Maverick Vinales che provvede invece a completare la 4^ fila dello schieramento in 1’37”675.

Scatterà 13° Pol Espargaro, mentre dovrà accontentarsi della 14^ piazza un Alex Rins finito a sorpresa nelle posizioni di rincalzo davanti a Brad Binder e Franco Morbidelli, con il #21 che non riesce proprio a venire a capo delle difficoltà congenite della Yamaha M1. 17° è Fabio Di Giannantonio, che si tiene alle spalle la KTM di Remy Gardner, la Ducati di Luca Marini e la Honda della wild card Stefan Bradl, schierato da HRC in sella a un’altra delle RC213V. Solamente 21° è invece Miguel Oliveira, con Alex Marquez che dopo l’exploit di Portimao piomba in 22^ piazza limitandosi a precedere Andrea Dovizioso, Lorenzo Savadori – wild card per Aprilia – e Darryn Binder, fanalino di coda di queste qualifiche con un’altra Yamaha M1.

I semafori del Gran Premio di Spagna si spegneranno domani, domenica 1 maggio, alle 14:00 (ora italiana).


Print Friendly and PDF

TAGS