MotoGP, GP Olanda: Bagnaia conquista la pole e sbriciola il record della pista

di Stefano Nicoli

di Redazione | 26 Giugno 2022 @ 12:11 | SPORT
Moto Gp Olanda
Print Friendly and PDF

1’31”504. Nel corso delle qualifiche del Gran Premio d’Olanda il limite, più basso di ben 310 millesimi rispetto a quello che è l’ormai ex record della pista firmato da Maverick Vinales, lo ha imposto Francesco Bagnaia. Il #63 di Ducati, reduce dal disastroso fine settimana del Sachsenring, rialza la testa e conquista la pole position sull’asfalto di Assen al termine di un duello sul filo dei centesimi con Fabio Quartararo.

Sono infatti 116 i millesimi che separano il francese dal pilota di Torino, con il #20 della Yamaha che le ha tentate davvero tutte – rischiando peraltro di cadere nel corso del proprio ultimo giro veloce – per mettere le ruote della sua M1 davanti a quelle della GP22 del rivale, ma nel sabato olandese neppure lui è riuscito a fermare lo strapotere di Bagnaia. A completare la prima fila provvede Jorge Martin, 3° davanti all’ottimo Marco Bezzecchi e alla Aprilia di Aleix Espargaro, 5° e capace di tenersi dietro la Ducati di Jack Miller. Un’altra GP22, quella di Johann Zarco, apre la terza fila dello schieramento, mentre la KTM di Miguel Oliveira precede la Suzuki del rientrante Alex Rins e l’altra KTM di Brad Binder, 10° con oltre 8 decimi di ritardo dalla vetta della classifica. Non va oltre l’11^ piazza Maverick Vinales – al quale è stato cancellato un tempo che lo avrebbe portato leggermente più avanti in griglia – mentre il 12° posto se lo accaparra Takaaki Nakagami.

Non passa questa volta la tagliola della Q1 Luca Marini, 13° davanti a Joan Mir e alle due Ducati di Fabio Di Giannantonio ed Enea Bastianini: il #23 sarà costretto a scattare dalla 16^ casella dello schieramento, venendo così chiamato a un’altra rimonta domenicale che si preannuncia tutto fuorché semplice. 17° partirà Andrea Dovizioso, con la Honda di Stefan Bradl che si tiene dietro Remy Gardner e Franco Morbidelli. 21^ posizione per Alex Marquez, sempre più vicino a Gresini Racing e sempre più lontano dai lidi della squadra di Lucio Cecchinello, con Lorenzo Savadori che si ferma al 22° posto davanti ai due rookie Raul Fernandez e Darryn Binder.


Print Friendly and PDF

TAGS