MotoGP, GP del Made in Italy: Bagnaia si prende la pole passando dal Q1! 15° Quartararo

di Stefano Nicoli

di Redazione | 23 Ottobre 2021, @05:10 | SPORT
Print Friendly and PDF

Non ce l’ha fatta neppure il forzoso passaggio nella Q1 a fermare l’impeto di Francesco Bagnaia nel corso delle qualifiche del Gran Premio dell’Emilia Romagna e del Made in Italy. Il #63 della Ducati, costretto a transitare nella prima fase delle qualifiche a causa delle difficili FP, è stato infatti il più veloce in entrambi i momenti cruciali di questo umido sabato romagnolo. 

“Pecco”, sull’asfalto ancora molto umido del Misano World Circuit, ha fermato il cronometro sull’1’33”045, aprendo una prima fila monopolizzata dalle creazioni di Borgo Panigale. Alle spalle di Bagnaia si piazzano le Ducati di Jack Miller e Luca Marini – rispettivamente distanti 25 e 85 millesimi dalla vetta –, con la Honda di Pol Espargaro a ricoprire il ruolo di prima delle altre. Risorge poi nella scivolosa Misano la KTM, che piazza Miguel Oliveira al 5° posto, Iker Lecuona all’8° e Danilo Petrucci al 9°. In mezzo a loro, Franco Morbidelli e Marc Marquez: il #21 può dirsi soddisfatto vista la vittoria schiacciante ottenuta quest’oggi nel confronto diretto con il compagno di team Quartararo, mentre al #93 è mancata la zampata finale a causa di una caduta che ne ha spento in anticipo i sogni di gloria. La top ten è infine completata da Johann Zarco, scivolato mentre era in procinto di migliorarsi a tempo ormai scaduto. 

Appena fuori dai primi dieci si mette invece l’Aprilia di Aleix Espargaro, che precede la Ducati di Jorge Martin – capitombolato più volte nella ghiaia – e la Suzuki di Alex Rins, in sella a una Suzuki che sta finora vivendo un momento di grave difficoltà tra i cordoli di Misano. È solamente 15°, alle spalle anche della Honda di Alex Marquez, anche il leader del Mondiale Fabio Quartararo. Il nizzardo della Yamaha, come Bagnaia costretto ad affrontare il Q1, è stato escluso dalla seconda manche di qualifica da Iker Lecuona e, come se non bastasse, al #20 è stato persino cancellato il crono migliore della sessione (che gli aveva consegnato tra le mani la 13^ casella dello schieramento) per non avere rispettato il regime di bandiere gialle. Per il Diablo si prospetta una domenica all’insegna della rimonta, necessaria per evitare che Bagnaia possa rosicchiare punti pesanti in vista dei prossimi appuntamenti. 16^ piazza per Takaaki Nakagami, che precede il rientrante Maverick Vinales e il cadente Enea Bastianini, mentre è solamente 19° Joan Mir: il Campione del Mondo 2020 è scivolato a terra nel corso della Q1, venendo quindi costretto a scattare parecchio più indietro di quanto sperasse. Si spartiscono infine equamente le ultime quattro posizioni dello schieramento Brad Binder (caduto e dunque indietro nonostante una KTM in grande spolvero quest’oggi), Andrea Dovizioso, la Wild Card Michele Pirro e Valentino Rossi: il #46 chiude in ultima posizione le ultime qualifiche italiane della sua carriera, davanti a un pubblico comunque in adorazione che ha sfidato persino la pioggia per omaggiare l’idolo di una vita. 


Print Friendly and PDF

TAGS