Mostre e musei (nei feriali) aperti, chiuse le biblioteche nei weekend

Ecco le misure adottate dal Governo nell'ultimo dpcm, in vigore dal 17 gennaio

di Redazione | 19 Gennaio 2021, @07:01 | CULTURA
biblioteche
Print Friendly and PDF

Riaprono le librerie anche all’interno dei centri commerciali e i musei in zona gialla. Ecco le misure adottate dal Governo nell’ultimo dpcm, in vigore dal 17 gennaio  al 5 marzo.

Con l’ultimo dpcm le regioni hanno ancora una volta cambiato colore, ma non solo: sono state introdotte nuove misure per librerie e musei.

Le librerie e i musei sono chiusi o aperti? Le misure cambiano per librerie indipendenti, di catena o interne ai centri commerciali? E le mostre? C’è qualche differenza in base alle zone?

Zona rossa: Lombardia, provincia autonoma di Bolzano, Sicilia

Zona arancione: Abruzzo, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria, Valle D’Aosta e Veneto

Zona gialla: Campania, Sardegna, Basilicata, Toscana, provincia autonoma di Trento, Molise

Librerie aperte

Come già previsto dal dpcm del 3 novembre 2020, le librerie rimangono aperte anche nelle zone rosse.

Una differenza sostanziale riguarda però le librerie interne a mercati e centri commerciali (ma anche gallerie commerciali, parchi commerciali e altre strutture affini). I centri, su tutto il territorio nazionale, saranno chiusi nei giorni festivi e prefestivi, fatta eccezione per farmacie e parafarmacie, presidi sanitari, prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie. Dal 17 gennaio 2021 anche le librerie all’interno dei centri commerciali sono aperte al pubblico.

Queste norme operano sull’intero territorio nazionale: in qualsiasi regione (e zona) sarà possibile recarsi in libreria, purché siano rispettati ingressi contingentati e il distanziamento interpersonale.

Riaprono i musei in zona gialla

Dopo mesi di chiusura, musei e mostre possono finalmente tornare ad accogliere visitatori. Resta il divieto assoluto di assembramento, ma, garantendo ingressi contingentati e distanziamento interpersonale, i musei in zona gialla riaprono.

Le norme previste dall’ultimo dpcm prevedono che musei, mostre, istituti e luoghi di cultura presenti sul territorio nazionale all’interno di zone gialle possano riaprire da lunedì al venerdì, esclusi i festivi. Si tratterà a tutti gli effetti di una riapertura per i residenti con un pubblico strettamente locale, dato che secondo le nuove disposizioni non è possibile spostarsi tra regioni diverse se non per motivi di necessità o al limite per raggiungere la propria seconda casa.

Continueranno però a restare chiusi al pubblico cinema e teatri, come da dpcm dello scorso 25 ottobre.

La riapertura di musei, mostre, gallerie e dei luoghi della cultura sarà soggetta ai protocolli sanitari diramati dal CTS. Aspettiamoci quindi misure per accogliere i visitatori in sicurezza, dai termoscanner per misurare la temperatura e dispenser di disinfettante mani all’ingresso, agli ingressi contingentati e aperture serali straordinarie, passando per prenotazione online dei biglietti e mascherina obbligatorie.


Print Friendly and PDF

TAGS