Mostra del Cinema, Coppa Volpi a Favino, Leone d’Oro a Nomadland. Ecco tutti i premi

di Redazione | 13 Settembre 2020 @ 13:48 | IL MONDO DELLO SPETTACOLO
Print Friendly and PDF

VENEZIA – Sono stati assegnati, dalle quattro giure internazionali, tutti i premi della 77ma Mostra del Cinema di Venezia. La giuria era presieduta da Cate Blanchett e composta da Matt Dillon, Veronika Franz, Joanna Hogg, Nicola Lagioia, Christian Petzold e Ludivine Sagnier. Ecco di seguito tutti i premi.

Il Leone d’Oro per il miglior film va a Nomadland di Chloé Zhao (USA). Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria a Nuevo Orden di Michel Franco (Messico, Francia). Il Leone d’Argento per la miglior regia va a Kiyoshi Kurosawa per il film Spy no tsuma (“Moglie di una spia”) (Giappone). Premio speciale della giuria a Dorogie tovarischi (“Cari compagni”) di Andrei Konchalovsky (Russia). Miglior sceneggiatura a Chaitanya Tamhane per The disciple (India). Coppa Volpi per la per la migliore interpretazione femminile a Vanessa Kirby per il film Pieces of a woman di Kornél Mundruczó (Canada, Ungheria). Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile a Pierfrancesco Favino per il film Padrenostro di Claudio Noce (Italia). Premio Marcello Mastroianni per il miglior attore o attrice emergente a Rouhollah Zamani nel film Khorshid (Sun children) di Majid Majidi (Iran).

La Giuria Orizzonti, presieduta da Claire Denis e composta da Oskar Alegria, Francesca Comencini, Katriel Schory e Christine Vachon, dopo aver visionato i 19 lungometraggi e i 12 cortometraggi in concorso, ha assegnato il Premio Orizzonti per il miglior film a Dashte Khamoush (“The Wasteland”) di Ahmad Bahrami (Iran). Il Premio Orizzonti per la miglior regia va a Lav Diaz per il film Lahi, Hayop (“Genus Pan”) (Filippine). Premio Speciale della Giuria Orizzonti a Listen di Ana Rocha de Sousa (Regno Unito, Portogallo). Il Premio Orizzonti per la miglior sceneggiatura va a Pietro Castellitto per il film I Predatori (Italia). Il Premio Orizzonti per la miglior interpretazione femminile va a Khansa Batma nel film Zanka Contact di Ismaël El Iraki (Francia, Marocco, Belgio). Il Premio Orizzonti per la miglior interpretazione maschile va a Yahya Mahayni nel film The man who sold his skin di Kaouther Ben Hania (Tunisia, Francia, Germania, Belgio, Svezia). Il Premio Orizzonti per il miglior cortometraggio va a Entre tú y milagros di Mariana Saffon (Colombia, USA). Il Venice Short Film Nomination for the European Film Awards 2020 è invece per The Shift di Laura Carreira (Regno Unito, Portogallo).

Infine, la Giuria Venice VR Expanded, presieduta da Céline Tricart e composta da Asif Kapadia e Hideo Kojima, dopo aver visionato i 31 progetti in concorso, ha assegnato i premi per la realtà virtuale. Il Gran Premio della Giuria per la migliore opera VR immersiva va a The hangman at home – An immersive single user experience di Michelle e Uri Kranot (Danimarca, Francia, Canada). Il Premio per la migliore esperienza VR immersiva va a Finding Pandora X di Kiira Benzing (USA). Infine, il Premio per la migliore storia VR immersiva va a Sha si da ming xing (“Killing a superstar”) di Fan Fan (Cina).


Print Friendly and PDF

TAGS