Morì per infezione, parenti risarciti con 650 mila euro

di Redazione | 20 Aprile 2022 @ 09:06 | CRONACA
San Salvatore
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Le infezioni contratte durante i ricoveri in ospedale lo hanno portato alla morte. I familiari, dopo sei anni,  hanno ottenuto un risarcimento del danno da parte della Asl1 di 650 mila euro più gli interessi. Lo riporta il quotidiano Il Centro.

Il caso riguarda la morte di S. I. 58 enne aquilano avvenuta nel 2016. Le infezioni del paziente già affetto da insufficienza renale , secondo quanto emerso nel dibattimento, sono avvenute dopo un complesso iter clinico con più ricoveri dell’uomo all’ospedale San Salvatore dell’Aquila. Infezioni, stando agli atti, che avrebbero determinato l’insorgenza di altre patologie, aggiunte alla già fragile salute del paziente, che lo portarono poi alla morte. E’ emerso quindi, che queste infezioni “sono imputabili alla negligenza del san salvatore” che ebbero in cura l’uomo e “ le carenze delle condizioni di igiene dell’ambiente dell’ospedale”. Motivi per cui,  il tribunale ha condannato la Asl1 allora diretta dal manager Rinaldo Tordera 


Print Friendly and PDF

TAGS