Morgante: “Sulla riapertura della palestra ‘Canada’ la Cecala ha espresso voto contrario”

di Redazione | 01 Novembre 2021 @ 13:40 | POLITICA
Adsu
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Spiace dover replicare pubblicamente per l’ennesima volta alla Consigliera Cecala, e dover constatare che impiega tutto il suo tempo ad inveire contro il Cda dell’Adsu piuttosto che a collaborare per la soluzione dei numerosi problemi ereditati”.

Lo afferma la presidente dell’Adsu Eliana Morgante.

“L’ultima possibilità, purtroppo sprecata, le è stata offerta alla riunione dello scorso 28 ottobre quando, chiamata a decidere per la riapertura del Canada, ha espresso voto contrario – aggiunge Morgante -. Dunque, mi chiedo a cosa possano portare certe esternazioni se non ad indebolire l’immagine di un ente regionale chiamato ad assumersi responsabilità in una materia delicatissima come il diritto allo studio universitario. In una riunione avuta con gli stakeholders nel marzo scorso, ho garantito la riapertura delle strutture e si sta lavorando tenacemente per superare le difficoltà legate alla sicurezza degli stabilì. Il Canada, dopo la scongiurata chiusura della Campomizzi, è il secondo importante risultato. Un’opportunità che la Cecala non ha saputo cogliere. Credo sia il caso di smetterla con queste esternazioni ogni volta che si raggiunge un obiettivo”.

Morgante conclude: “Quanto poi allo studente presente al sopralluogo, voglio precisare, ma la Cecala lo sa, che trattasi del rappresentante in Senato Accademico dal quale L’ADSU aveva ricevuto una pec in cui si chiedevano chiarimenti proprio sul Canada. Come Presidente, confermo la riapertura in tempi brevissimi, e sarei stata felicissima di una decisione unanime da parte del CDA. Ma, visto che così non è stato, ringrazio il vicepresidente Antonio Pensa, l’unico a sostenere la scelta giusta”.

Palestra “Canada” di Coppito, Sara Cecala: “Una narrazione falsata sulla riapertura della struttura”


Print Friendly and PDF

TAGS