Moratoria antenne, De Santis: “Segnale di maturità politica”

di Redazione | 23 Aprile 2021 @ 15:32 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Oggi il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità la mozione con la quale si decide la sospensione fino al 15 luglio 2021 di ogni attività autorizzatoria di impianti di Stazioni Radio Base, in attesa delle modifiche al Regolamento comunale, che risale all’anno 2014, e dell’approvazione del Piano annuale della telefonia mobile.” Lo scrive Lelio De Santis, capogruppo di Cambiare Insieme. 
“Si decide, altresì, di costituire un Gruppo di lavoro paritario, costituito da 3 membri di maggioranza e 3 membri di minoranza, oltre che dai Presidenti delle Commissioni competenti per elaborare gli atti suddetti. Il problema del proliferare in modo incontrollato di nuovi impianti di telefonia mobile ha suscitato reazioni e contestazioni in diverse aree della città da parte di cittadini, che vedono spuntare periodicamente antenne come funghi, senza ricevere alcuna motivazione dall’amministrazione comunale. L’argomento è stato oggetto di una mia interrogazione urgente, discussa in Consiglio il 15 maggio 2020, che ebbe il merito di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla delicatezza e sulla complessità del problema, che attiene alla tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini, ma che non trovò il pieno accoglimento da parte della Giunta comunale. Oggi, il Consiglio comunale ha dato un segnale di maturità politica e di unità di intenti, consapevole della necessità di disciplinare le modalità di rilascio di ogni autorizzazione di SRB, mettendo al primo posto la salute degli Aquilani ed il rispetto dell’ambiente, ponendo un freno alla lobby delle antenne. Dopo l’approvazione della mozione sul collegamento ferroviario veloce Roma-L’Aquila, il Consiglio comunale ha dato un altro segnale positivo ed unitario a difesa delle ragioni dei residenti, recuperando un ruolo centrale e decisivo nelle scelte amministrative.”
 

 


Print Friendly and PDF

TAGS