Montagna, dieci consigli per escursioni in sicurezza

di Alessio Ludovici | 13 Giugno 2024 @ 05:00 | AMBIENTE
montagna
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il Prefetto dell’Aquila, Giancarlo Di Vincenzo, ha presentato ieri mattina in Prefettura  un opuscolo informativo sulla Sicurezza in Montagna.

Il documento, che sarà distribuito massivamente nei luoghi di maggiore frequentazione della cittadinanza, intende contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità della prevenzione rispetto ai comportamenti e alle regole di sicurezza da adottare durante le escursioni in montagna.

Il Vademecum è stato redatto in collaborazione con l’Agenzia Regionale Abruzzo di Protezione Civile, il Comune dell’Aquila, la Questura; il Gruppo Carabinieri Forestale, i Comandi p.li della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco, il Corpo n.le Soccorso Alpino e Speleologico, il Club Alpino Italiano, il Parco n.le Abruzzo Lazio e Molise, il Parco n.le Gran Sasso e Monti della Laga, il Parco naz.le della Maiella e il Parco Naturale Regionale Sirente Velino: i vertici dei soggetti interessati sono intervenuti durante la presentazione.

Negli interventi si è sottolineata l’importanza della prevenzione, da attuare oltre che con la diffusione del documento, anche con l’organizzazione di corsi specifici e di iniziative varie di sensibilizzazione, rivolte sia alla popolazione, in specie a quella giovanile, che agli esperti frequentatori della montagna.

La locandina intitolata “Sicurezza in MONTAGNA” offre 10 consigli essenziali per vivere la montagna con prudenza durante un’escursione. Ecco i punti principali:

  1. Pianifica in anticipo l’escursione: Valuta i percorsi in base alla difficoltà, ai requisiti tecnici e ai rischi. Studia itinerari alternativi.
  2. Scegli l’itinerario in funzione delle tue capacità fisiche e tecniche: Camminare in montagna richiede resistenza, equilibrio e forza muscolare.
  3. Cura con attenzione la preparazione dello zaino: Assicurati di avere l’attrezzatura necessaria, incluso il kit di primo soccorso.
  4. Controlla con sufficiente anticipo il meteo: Evita di partire se è previsto un peggioramento.
  5. Meglio partire in compagnia: Contare sull’aiuto reciproco è importante in caso di difficoltà.
  6. Lascia a qualcuno informazioni sul tuo itinerario: Comunica il percorso e l’orario stimato del rientro ad amici, familiari o ai gestori dei rifugi.
  7. Presta attenzione alla segnaletica e resta sul sentiero: Evita deviazioni o scorciatoie non segnalate.
  8. Rispetta la natura: Rispetta i regolamenti delle aree protette, evita rumori molesti, non accendere fuochi fuori dagli spazi sicuri, non avvicinare gli animali selvatici e non abbandonare rifiuti.
  9. In caso di difficoltà o maltempo non esitare a tornare indietro: A volte è meglio rinunciare piuttosto che rischiare.
  10. Presta soccorso se qualcuno si trova in difficoltà: Se necessario, chiama il Numero di Emergenza Unico Europeo (NUE) 112.

Print Friendly and PDF

TAGS