Mobbing, Di Gregorio VS Comune: controricorso in Cassazione

di Redazione | 13 Luglio 2020, @11:07 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Si aggiunge un nuovo tassello al contenzioso tra Mario Di Gregorio ed il Comune dell’Aquila.

A specificarlo, con una nota, è l’avvocato difensore dell’ingegnere aquilano, Isabella di Benedetto che spiega che, dopo la notifica del ricorso per Cassazione da parte del Comune, l’ingegner Di Gregorio ha notificato il suo controricorso inerente la causa di lavoro per demansionamento/mobbing, in cui viene rilevata la tardività dell’impugnativa dell’Ente, notificata oltre il termine di legge, nonché la inammissibilità della stessa impugnativa.

Nella nota si evidenzia anche “la strana anomalia che vede l’avvocato Coluzzi difendere il Comune pur essendo lei stessa, quale dirigente del personale, l’artefice e responsabile degli atti e dei fatti che hanno portato al mio ricorso al giudice del lavoro”.

L’ingegner Di Gregorio ha inoltre sottolineato “l’infondatezza della posizione del Comune, che ha già perso in primo ed in secondo grado, sia con riferimento alla revoca dell’incarico da dirigente a contratto a seguito dell’inchiesta sui puntellamenti, da cui il Di Gregorio è stato prosciolto dal Gup dell’Aquila, sia soprattutto con riferimento alla maggiore voce di danno, ossia al demansionamento subito successivamente presso il settore Ambiente, dove fu riassegnato, sebbene notoriamente non vi fossero compiti da svolgere da parte un ingegnere, su disposizione dell’avvocato Ilda Coluzzi che adesso assiste l’ente in giudizio”.


Print Friendly and PDF

TAGS